Caricamento in corso...
15 giugno 2013

Prandelli: "Contro il Messico in campo orgoglio e Balo"

print-icon
ita

La Confederations Cup di Balotelli sta per cominciare: Prandelli pronto a farlo esordire contro il Messico (Foto Getty)

Il Ct azzurro verso il via libera a SuperMario: "Ci sono buone probabilità di vederlo in campo contro il Messico". Ma gli avversari sognano in grande: "Siamo qui per vincere la Confederations Cup" , avverte José Manuel de la Torre

Spazio alle parole dei Ct, alla vigilia della sfida di Confederations Cup tra Italia e Messico al Maracanà di Rio de Janeiro. Prima José Manuel de la Torre, che mette in guarda i suoi: "L'Italia non è solo Pirlo", subito dopo tocca a Prandelli, che resta ottimista dopo il 2-2 nel test contro Haiti. "Abbiamo lavorato anche sull'orgoglio. Le mie preoccupazioni sono sparite".

Prandelli: Balo può farcela - Emozionato ("Il Maracanà è uno stadio mitico, che abbiamo sognato"), ma ottimista: "Le nostre aspettative sono di disputare una bella partita e di vincerla". Si presenta così Cesare Prandelli, in vista della prima uscita in Conf Cup contro il Messico: "Giochiamo contro una squadra dotata di grande equilibrio tattico, in cui agonisticamente lavorano tutti. Quindi prevedo una partita interessante, in cui cercheremo di avere la supremazia territoriale". Balotelli ci sarà? "Abbiamo buone possibilità di vederlo in campo", risponde, "Se qualcuno in questi giorni ha avuto qualche problemino muscolare in fondo è buon segno: vuol dire che qui abbiamo lavorato intensamente". "Vogliamo cominciare bene prendendo 3 punti", sottolinea il Ct, "Abbiamo lavorato dal punto di vista dell'orgoglio, mettendoci qualche energia in più: per questo le mie preoccupazioni sono sparite".

Ct Messico: l'Italia non è solo Pirlo - "Resta al centro del gioco degli Azzurri, ma non è il solo pericolo", sottolinea "Chepo" de la Torre alludendo a Pirlo, "Dovremo essere molto concentrati sui loro movimenti per neutralizzarli". Proprio la scarsa vena realizzativa è uno dei punti deboli del Messico, reduce da due pareggi nelle qualificazioni ai Mondiali contro Panama e Costa Rica. "Forse servirebbe un po' più di immaginazione. Gli attaccanti vanno aiutati con il lavoro tecnico-tattico, bisogna supportarli maggiormente", aggiunge. L'obiettivo del Messico è chiaro: "Siamo qui per vincere questo torneo. Veniamo da una situazione difficile", ammette alludendo alle qualificazioni dei Mondiali che vedono i suoi al secondo posto con 8 punti, ex-aequo con il Costa Rica a -2 dagli Usa, "Ma questa è un'altra competizione. La Confederations mi aiuterà molto per avere un gruppo preparato al meglio in vista degli ultimi impegni di qualificazione. Dobbiamo restare tranquilli e non pensare alle critiche".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky