Caricamento in corso...
16 giugno 2013

Prandelli: "Bravo Mario, ma basta far vedere i muscoli"

print-icon

Il ct azzurro tira le orecchie a Balotelli, che dopo il gol decisivo ha esultato alla sua maniera, togliendosi la maglia e rimediando un cartellino giallo: "Le ammonizioni contano". La difesa di SuperMario: "Non lo sapevo, la prossima volta non lo faccio"

Un "bravo" e una tirata d'orecchie. Cesare Prandelli si coccola Mario Balotelli, ma allo stesso tempo gli manda un messaggio chiaro e tondo: "Deve smetterla di fare vedere i muscoli, le ammonizioni contano". Cosa già sottolineata dal ct azzurro al momento della sostituzione di SuperMario, con una pacca e un rimprovero paterno.

"Pirlo? Non servono le parole" - "L'emozione c'è stata prima, poi siamo stati concentrati. Volevamo vincere e lo abbiamo fatto giocando un ottimo calcio. Sono molto contento", continua Prandelli, soddisfatto per il successo all'esordio in Confederations Cup. "Quando le partite si preparano bene, hai la gamba e la disponibilità dei ragazzi sai quello che devi fare in campo. Ed oggi lo sapevamo".
Elogio particolare a Pirlo, in gol nel giorno della sua centesima presenza in Nazionale: "Per lui le parole non servono. Ci vuole un grande applauso, è un esempio per tutti noi e lo abbiamo ringraziato prima della partita".

Balotelli si difende: "Non lo sapevo" - "Una bella partita, belle emozioni e un grande pubblico". Così Mario Balotelli commenta a fine partita la vittoria e il 'giallo' rimediato per essersi tolto la maglia dopo il gol: "C'è questa regola dei due gialli ma io non lo sapevo, la prossima volta non la faccio". Qualificazione a portata di mano? "Sì, se vinciamo la prossima. Noi siamo qua per fare il meglio possibile e abbiamo le qualità per arrivare in fondo".

Pirlo conquista il Maracanà - "Bello festeggiare le 100 presenze in azzurro al Maracanà, poi abbiamo vinto e ho anche fatto gol, meglio di così...". Andrea Pirlo è il grande protagonista della serata brasiliana: suo il gol dell'1-0 che ha sbloccato il risultato, lui il migliore in campo. "Un gol su punizione era nei miei pensieri - ammette il regista azzurro - prima di calciare ho pensato solo a tirare il meglio possibile e ci sono riuscito".
Intanto il pubblico del Maracanà era tutto per lui... "Fa piacere essere osannato in uno stadio come questo", conclude Pirlo.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky