Caricamento in corso...
19 giugno 2013

Zac, avanti tutta: "Serve più coraggio contro l'Italia"

print-icon

Da una parte c'è l'emozione, dall'altra la voglia di stupire dopo il 3-0 subito nella partita d'esordio contro il Brasile . "Gli Azzurri non sono nemici, solo avversari", ammette il Ct del Giappone, "Hanno pochi difetti, ma noi vogliamo vincere"

Prandelli si nasconde, Zaccheroni no: "Quella contro l'Italia per me non può essere una partita come le altre, è inutile fingere", ammette il Ct giapponese alla vigilia del secondo appuntamento di Confederations Cup. "Contro non avrò nemici, ma solo avversari". "Voglio vincere", aggiunge, "Sulla carta l'Italia è più forte, lo sappiamo, ma sappiamo anche che non sempre nel calcio il pronostico viene rispettato".

Giappone, serve più coraggio - "In tutta la mia carriera mai avrei pensato un giorno di ritrovarmi ad affrontare l'Italia da avversario. Non canterò l'inno, ma per rispetto verso il Paese che così bene mi ha accolto. Il Giappone ha tutto per poter fare calcio. Sono persone eccezionali e mi hanno messo nelle migliori condizioni possibili per poter fare il mio lavoro. Hanno educazione, rispetto, collaborazione, dedizione. Quando sono arrivato io hanno vinto, ma perchè erano già pronti per farlo. Io credo di avergli insegnato ad avere più coraggio. In tutto questo anno lo abbiamo avuto e forse ci è mancato solo nella partita contro il Brasile". "Con l'Italia", prosegue Zaccheroni, "Non vorremo pensare solo a Pirlo e a Balotelli, ma alla squadra che ha qualità in tutti i reparti ed è allenata da un tecnico che ha fatto benissimo, riportando entusiasmo e facendo giocare l'Italia a calcio".

Pochi difetti negli 11 di Prandelli - Lodi all'Italia: "Abbiamo analizzato pregi e difetti dei nostri avversari, il problema è che questa Italia di difetti ne ha pochi. Cercheremo di togliere gli spazi e chiudere le linee di passaggio, l'importante sarà dimostrare di avere personalità".

Ultime di formazione: si va verso un 4-2-3-1 con Kawashima; Uchida, Yoshida, Konno,
Nagatomo; Hasebe, Endo; Okazaki, Honda, Kagawa; Maeda.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky