Caricamento in corso...
19 giugno 2013

Tahiti, cuore di capitano: "Prima la Spagna, poi il lavoro"

print-icon
tah

Nicolas Vallar, capitano di Tahiti: subire meno gol possibile è l'imperativo dei suoi contro la Spagna (Foto Getty)

Prima di tornare in patria e rimettersi in cerca del posto fisso, Nicolas Vallar sogna la rete contro la Spagna: "Sarebbe incredibile". Giovedì, tutti in difesa: "Speriamo di subire meno di sei gol"

Ha un solo pensiero, in testa, il capitano di Tahiti, che vuole risollevare l'umore della propria nazionale dopo il 6-1 incassato contro la Nigeria: la Spagna, reduce invece dal 2-1 inflitto all'Uruguay. "Primo sfido la Roja, poi cerco lavoro", dichiara alla vigilia del secondo appuntamento di Confederations Cup.

In caso di gol chiedo la sostituzione e torno a casa - Giovedì Tahiti affronterà una delle favorite della competizione, Nicolas Vallar ne è ben consapevole: "So che può essere davvero difficile giocare contro la Spagna, ma cercheremo di dare il massimo. Nel calcio può succedere di tutto, anche non dico certo che vinceremo. Proveremo a subire il minor numero possibile di reti", dichiara il 29enne difensore di Tahiti. "Per noi, questa è la chiave del match. La Spagna è la squadra più forte del mondo, ha giocatori molto dotati tecnicamente. Però, se ci difendiamo bene, possiamo disputare una buona gara", aggiunge con ottimismo. Quanti gol al passivo sarebbero accettabili? "Spero di non subirne più di 6. Se riuscissimo a segnarne uno sarebbe incredibile, spero di farlo io. Se succede, all'allenatore dico: 'Fammi uscire, torno a Tahiti'".

Dalla caccia al gol a quella al posto fisso - A Confederations Cup conclusa, il capitano e i suoi compagni dovranno tornare alla vita di tutti i giorni. Nella rosa c'è solo un calciatore professionista, l'attaccante Marama Vahirua, svincolato dopo la scadenza del contratto che lo legava ai greci del  Panthrakikos. "Io sto cercando lavoro", spiega Vallar, "Prima facevo parte dell'organizzazione dei Mondiali di beach soccer, che ospiteremo a settembre. Mi piacerebbe continuare a lavorare nello sport, ma va bene anche se trovo un altro impiego...".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky