Caricamento in corso...
24 giugno 2013

Confederations, scandalo a luci rosse: la Spagna smentisce

print-icon
spa

La nazionale spagnola in Brasile per la Confederations Cup (Foto Getty)

La nazionale spagnola ha negato "chiaramente" che i suoi giocatori abbiano fatto una festa con strip-poker con cinque donne la notte della vittoria contro l'Uruguay a Recife per la Confederations. Intanto, la polizia indaga

La nazionale spagnola ha negato "chiaramente" che i suoi giocatori abbiano fatto una  festa con strip-poker con cinque donne la notte della vittoria contro l'Uruguay a Recife per la Confederations Cup. "E' un'informazione che neanche vogliamo commentare. La ignoriamo. Neghiamo chiaramente quanto è stato pubblicato", ha detto Antonio Bustillo, portavoce della Federazione Spagnola di calcio (RFEF) alla dpa a Fortaleza, dove la Spagna si misurerà giovedì contro l'Italia per cercare un posto  nella finale del torneo.
Ci sarebbe, infatti, stata una serata di strip poker e di sesso all'origine del furto in denaro subito da alcuni giocatori della Spagna. La polizia pernambucana ha confermato di aver aperto un'inchiesta sul caso. Il direttore della Polizia, Luiz Andrey, ha specificato che già 27 persone sono state ascoltate: per il dirigente è ancora troppo presto per trarre delle conclusioni, "e non bisogna farlo in modo affrettato", ma secondo quanto riferiscono Tv Globo e il sito Globoesporte, che hanno sentito impiegati del Golden Tulip, addetti alla sicurezza, alcuni poliziotti e volontari della Confederations, sarebbe successo qualcosa di non inedito in fatto di manifestazioni calcistiche e nazionali: una serata 'allegra' di alcuni giocatori, a base di sesso e strip-poker con tanto di videotape, poi finita male, ovvero con il furto.

Iniesta non teme l'Italia - "Non abbiate mai paura dell'Italia, meno che mai adesso". Andres Iniesta lancia la sua Spagna in vista della semifinale di Confederations che vedrà i campioni del mondo contro la nazionale di Prandelli. "Sarà una bella semifinale, vediamo chi sarà il fortunato che passerà - dice il centrocampista a Tele 5 - Non ho altro da dire, paura però no. Dobbiamo dare il massimo in questa semifinale, abbiamo davanti una grande Italia, che non va sottovalutata. Siamo a un passo dalla finale".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky