Caricamento in corso...
13 luglio 2013

U20, Francia campione: Uruguay ko ai rigori. Ghana terzo

print-icon

MONDIALE UNDER 20. Ad Istanbul, nella finale della kermesse, i Blues di Pogba piegano dal dischetto la resistenza della Celeste . È il primo titolo francese nella manifestazione. Sul podio anche la selezione africana, vittoriosa 3-0 sull’Iraq

FRANCIA-URUGUAY 4-1 d.c.r.

Il dischetto dell’Ali Sami Yen consacra la Francia di Pierre Mankowski, campione del mondo Under 20 dopo il successo 4-1 ai rigori contro l’Uruguay. Un trionfo inedito per la selezione francese, mai oltre il quarto posto raggiunto nell’ultima edizione in Colombia. I sudamericani, invece, raggiunsero la finale nel 1997 in Malesia tuttavia perdendo contro l’Argentina di Riquelme, Samuel e Cambiasso. L’opportunità storica genera tensione ad Istanbul, in particolare nella prima frazione: regna l’equilibrio in campo, eccezion fatta per l’opportunità di Nico Lopez propiziata dall’errore di Sarr, ma sventata da Areola. La ripresa prosegue sui binari del primo atto, sebbene nel finale siano i due portieri ad ergersi a protagonisti: Areola sbarra la strada ad Avenatti, non è da meno De Amores che nega le sortite di Veretout e Bosetti. I 30 minuti di supplementari, nei quali l’Uruguay accede per il terzo incontro consecutivo, non sono altro che un trampolino verso i calci di rigore: Areola para i primi due penalty della Celeste, mentre i Blues si rivelano impeccabili. Il trionfo francese cala il sipario sulla 19.a edizione del Mondiale giovanile.

Questa la sequenza dei rigori: Pogba (F) GOL; Velazquez (U) PARATO; Veretout (F) GOL; De Arrascaeta (U) PARATO; Ngando (F) GOL; Olaza (U) GOL; Foulquier (F) GOL.

GHANA-IRAQ 3-0

35' Attamah, 46' Assifuah, 78' Acheampong

Terzo posto finale per la selezione ghanese ai Mondiali Under 20. All'Ali Sami Yen, la nazionale africana guidata da Sellas Tetteh piega 3-0 l'Iraq nel confronto tra le due deluse delle semifinali. Il successo dei Black Satellites viene confezionato in chiusura di primo tempo: al 35' il vantaggio siglato dal difensore Joseph Attamah, letale in proiezione offensiva. Il raddoppio, nel recupero della prima frazione, porta la firma di Ebenezer Assifuah, al sesto centro e nuovo leader della classifica marcatori della kermesse. Sterile la reazione dell'Iraq, che al 78' incassa anche il secondo gol nella manifestazione dell'ottimo Frank Acheampong. Primo ko all'attivo per i sorprendenti Giovani leoni della Mesopotamia, piegati ai calci di rigore dall'Uruguay dopo aver cullato sino all'87' il sogno della finale. Per il Ghana, già campione nel 2009 e secondo in due edizioni (1993 e 2001), si tratta del primo bronzo nella manifestazione. 

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky