Caricamento in corso...
12 agosto 2013

Italia, Balo lascia l'allenamento: in dubbio per l'Argentina

print-icon

Brutte notizie per SuperMario nel giorno del suo compleanno : fermato da un versamento al ginocchio, rischia fortemente di saltare il match. Problemi anche per Barzagli: non ha recuperato dalla tendinopatia. Prandelli: "Spero che il Papa venga a vederci"

Iniziato il raduno della Nazionale in vista dell'amichevole di lusso con l'Argentina in programma mercoledì 14 agosto allo stadio Olimpico di Roma (ore 20.45). A mezzogiorno Italia e Argentina saranno ricevute in udienza da Papa Francesco nella Sala Clementina in Vaticano e alle 20 la Nazionale di Cesare Prandelli sosterrà l'allenamento di rifinitura sul terreno di gioco dello Stadio Olimpico.

Stop in allenamento per Mario Balotelli -
L'attaccante del Milan ha accusato un fastidio durante una delle partitelle e dopo aver consultato il medico della nazionale, il dottor Castellacci, è rientrato negli spogliatoi prima della fine della sessione di allenamento guidata dal ct Cesare Prandelli. Il problema di Super Mario consiste in un versamento al ginocchio che potrebbe costringere il giocatore a tornare a Milanello a curarsi, anche in vista della gara di playoff di Champions con il Milan, in casa del Psv.

Castellacci: "Nulla di preoccupante, valuteremo a freddo" - Il medico della Nazionale, Enrico Castellacci, fa luce sul problema che ha fermato Balotelli: "Ha un piccolo versamento al ginocchio destro, quello operato, che ogni tanto si gonfia. Dire che farlo giocare mercoledì sarebbe rischioso è una parola grossa perché rischiare un giocatore non è nelle nostre abitudini. Non c'è bisogno di esami: vediamo come sta il ginocchio, se è ancora un po' pastoso eviteremo di impiegarlo, se sarà migliorato lo reinseriremo in gruppo". Ma la volontà di Balotelli pesa? "Sì, pesa la sua volontà di restare, è una partita particolare e c'è l'incontro con il Papa", la risposta del medico azzurro. Ma la possibilità di vederlo in campo sembrano poche.

Messi atterrato a Roma - Il fuoriclasse argentino è giunto all'aeroporto di Fiumicino con un volo Alitalia proveniente da Barcellona, atterrato intorno alle 13,30, e ha raggiunto l'Hotel Parco dei Principi. Anche Leo è in forse per l'amichevole di mercoledì sera. Intanto la stampa argentina non perde l'occasione per titolare "Dio incontra il Papa"...

Torna a casa Barzagli - L'azzurro non ha recuperato dalla tendinopatia. Il difensore tornerà a Torino dopo l'udienza con il Papa

Prandelli: "Spero che il Papa ci venga a vedere" -
"Il Papa a vedere Italia-Argentina? Certo che ci spero. Non so se per l'emozione riuscirò domani a chiedergli di venire, ma io ci spero". Cesare Prandelli esprime il desiderio più recondito all'antivigilia dell'amichevole contro l'Argentina. E ancora: "La partita contro l'Argentina è il nostro benvenuto al Santo Padre. Le due squadra alloggiano nello stesso albergo e lo spirito deve essere quello di una festa. L'idea di organizzare questa amichevole è dare il benvenuto al Papa, e questo spirito deve accompagnare tutti. Vogliamo offrire qualcosa di speciale".

Balo: "Spero che il Papa mi faccia gli auguri" - "Spero che il Papa domani mi faccia gli auguri per il compleanno". A prescindere dalla sua presenza in campo a causa dell'infortunio che lo ha colpito, Mario Balotelli parteciperà all'udienza privata da Papa Francesco. "Spero che mi faccia gli auguri. Cosa gli diro'? Gli dirò quello che penso. E' il regalo più bello? Il regalo più bello me lo fanno i miei genitori".

Prandelli: "E' il nostro benvenuto al Papa" - "La partita contro l'Argentina è il nostro benvenuto al Santo Padre". Così il ct dell'Italia, Cesare Prandelli. "La partita ha un significato particolare. Le due squadra alloggiano nello stesso albergo e lo spirito deve essere quello di una festa. L'idea di organizzare questa amichevole è dare il benvenuto al Papa, e questo spirito deve accompagnare tutti. Vogliamo offrire qualcosa di speciale".

Buffon: "Una partita speciale" - "Si tratta di una partita speciale: è tutto molto bello, ci sono gli ingredienti giusti per cercare di fare una bella figura e onorare l'incontro nel migliore dei modi". Lo ha detto il capitano azzurro Gianluigi Buffon che all'ingresso dell'Hotel di Roma dove Italia e Argentina alloggiano insieme si è fermato a firmare autografi.

Gli Azzurri in campo - Sono sette i rientri rispetto al gruppo che ha partecipato alla Confederations Cup: l'attaccante della Roma Osvaldo, i centrocampisti della Roma e del Paris St Germain Florenzi e Verratti e l'attaccante del Napoli Insigne (che hanno partecipato a giugno scorso al Campionato Europeo Under 21 in Israele) e i difensori Antonelli (Genoa), Ranocchia (Inter) e De Silvestri (Sampdoria), quest'ultimo assente da Italia-Far Oer del settembre 2010.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky