Caricamento in corso...
14 agosto 2013

Italia, non basta Insigne. All'Olimpico fa festa l'Argentina

print-icon
ita

L'Argentina ha vinto 2-1 l'amichevole contro l'Italia all'Olimpico (Foto Getty)

A Roma si è giocata l'amichevole in onore di Papa Francesco e in campo è stato piantato l'ulivo dell'amicizia. Argentina avanti con Higuain e Banega. Gli Azzurri ci provano con l'attaccante del Napoli ma perdono 2-1

"Bergoglio uno di noi". E' lo striscione che prima del fischio d'inizio scaldava gli spalti dell'Olimpico per l'amichevole Italia-Argentina, organizzata in onore di Papa Francesco. Allo stadio si respirava un'aria magica, resa ancora più intensa quando i capitani delle due squadre, Buffon e Mascherano, hanno piantato al centro del campo 'l'ulivo dell'amicizia'.

La partita  -
E' Higuain a sbloccare il risultato al 20' del primo tempo con un gran destro che spiazza Buffon. Gli azzurri che hanno iniziato la partita con De Rossi al centro della difesa insieme a Chiellini e con Verratti al posto di Pirlo in cabina di regia sembrano aver pagato una manovra troppo lenta e prevedibile, creando la sola nitida occasione di rete solo al quarantesimo minuto, grazie a un cross di Candreva sul quale Marchisio ha mancato da pochi passi la deviazione. Dopo l'intervallo l'Argentina raddoppia, al 49', con la rete di Banega. L'Italia non riesce mai a creare occasioni pericolose e Osvaldo, fischiato dal pubblico prima dell'inizio del match, non è riuscito a fare la differenza. Ci è riuscito però il giovane Insigne, che accorcia il risultato e fa sperare l'Italia in un pareggio. Finisce 2-1, in un clima di grande sport. Quello che Papa Francesco, durante l'udienza con i giocatori, aveva chiesto di vedere in campo. E la notte di Roma, all'Olimpico, ha esaudito questo desiderio. Anche senza due grandi stelle, come Messi e Balotelli.


Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky