Caricamento in corso...
24 ottobre 2013

Fiorentina, tre morsi al Pandurii: tutto facile al Franchi

print-icon
fio

La Fiorentina ha battuto il Pandurii nella 3.a giornata del Gruppo E dell'Europa League

EUROPA LEAGUE . Il turnover obbligato non frena i viola, che con i gol di Joaquin (26'), Matos (30') e Cuadrado (69') regolano i rumeni nella 3.a giornata. La squadra di Montella consolida il primo posto nel Gruppo E

FIORENTINA-PANDURII TG-JIU 3-0
26' Joaquin, 30' Matos, 69' Cuadrado

Guarda la cronaca del match


Il turnover non frena la Fiorentina, che allo stadio Franchi batte 3-0 il Pandurii nella 3.a giornata del Gruppo E di Europa League. Quella contro i rumeni poteva essere una trappola per i viola, e non tanto per il valore dell'avversario quanto piuttosto per l'undici rivoluzionato dopo il sontuoso successo in rimonta contro la Juve. Una scelta obbligata per Montella in vista dei tre impegni ravvicinati della prossima settimana (Chievo, Napoli e Milan da affrontare tra il 27 ottobre ed il 2 novembre). Alla fine, però, senza lo squalificato Pizarro e senza altri titolari come Roncaglia, Cuadrado e Rossi, è arrivata la vittoria (facile) che consolida il primo posto nel girone (9 punti, a +3 dalla seconda Dnipro) e blinda la qualificazione.

Prima Pandurii, poi Fiore - Che il punto di forza del Pandurii sia l'attacco (26 gol in 11 giornate di campionato) e non certo la difesa (13 gol subiti) lo si capisce da subito. Se dietro la squadra allenata Pustai soffre ad ogni accenno di ripartenza dei viola, lì davanti confeziona invece la prima occasione per sbloccare la partita: dopo appena 3', il sinistro potente del brasiliano Eric de Oliveira, complice la deviazione del compagno Matulevicius, fa schizzare il pallone sulla traversa. All'8', invece, Neto è bravo a deviare in angolo la conclusione partita dal sinistro di Ungurusan. Pandurii sfacciato, Fiorentina con poco ritmo nelle gambe.

Vantaggio e doppio vantaggio - Ma quando i viola iniziano a carburare, per il volenteroso Pandurii non c'è più niente da fare. I padroni di casa sbloccano con un perfetto inserimento di Joaquin, che al 26' entra in area e dribbla Stanca e segna il suo primo gol in Europa League, confermando un ottimo momento di forma (in rete anche domenica scorsa). Il portiere ospite capitola anche al 34', quando si ritrova a tu per tu con Matos senza riuscire a fermarlo. La partita di fatto termina qui.

La ripresa, una formalità - La Fiorentina si limita al possesso ed al controllo del risultato, il Pandurii prova a darsi una spinta con l'ingresso di Buleica (per Ciucur) e Nicoara (per Alex) subito dopo il break. E la spinta in effetti arriva. I rumeni incrementano qualità del gioco e ritmo, scaraventando un buon numero di palloni in zona Neto. Il gol, però, non arriva. Arriva invece il 3-0 di Cuadrado (in campo dal 60' al posto di Matos), che al 69' riceve da Iakovenko, controlla e di destro piazza con un potente diagonale il pallone sotto la traversa. Legno centrato poco dopo proprio dall'assitman Iakovenko e, nel finale, dallo stesso colombiano. Il tutto sotto lo sguardo dell'attaccante Mario Gomez in tribuna. La Fiorentina aspetta con ansia il suo ritorno, ormai imminente, dopo l'infortunio.

Il post partita di Montella
- "C’è stata la possibilità di cambiare alcuni giocatori, dato che a livello nervoso la partita di domenica ci ha portato via tante energie. In questo senso, hanno risposto benissimo quelli che stanno giocando un po'. Hanno risposto alla grande e hanno dato qualcosa in più", ha detto l'allenatore viola. E sulle alternative in attacco: "Joaquin anche oggi ha fatto una grandissima prestazione, ha dei numeri eccezionali e non lo scopro io. Deve raggiungere questa continuità, anche perché sta giocando un po’ di più. Se prima giocava meno è perché evidentemente mancava ancora qualcosa. Ha avuto bisogno di qualche settimana in più, ma se fa questi numeri è tutto più facile per la squadra, per lui e anche per le mie scelte".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky