Caricamento in corso...
07 novembre 2013

Doppio Floccari, la Lazio batte 2-1 l'Apollon

print-icon
laz

La Lazio ha battuto 2-1 l'Apollon nel Gruppo J dell'Europa League (Foto Getty)

EUROPA LEAGUE . Dopo il pareggio di Nicosia, i biancocelesti cominciano con una vittoria il girone di ritorno nel Gruppo J. Succede tutto nel primo tempo: doppietta dell'attaccante, poi Papoulis accorcia le distanze

LAZIO-APOLLON 2-1
14' e 37' Floccari, 39' Papoulis

Guarda la cronaca del match


Dopo il pareggio di Nicosia, comincia con una vittoria il girone ritorno della Lazio nel Gruppo J di Europa League. In un Olimpico quasi deserto, e con la Curva Nord chiusa per un turno dalla UEFA, la squadra di Pektovic ha battuto 2-1 i ciprioti dell'Apollon.

Solo Lazio - Avvio promettente dei biancocelesti, che al 10' si fanno vedere dalle parti del portiere Bruno Vale con Keita. L'attaccante classe '95 si accentra dalla sinistra e conclude di destro: pallone di poco sul fondo. L'Apollon di Christoforou non fa molto per impensierire la difesa avversaria e il tiro di Mariem al 12', debole e centrale, serve solo a ricordare che tra i pali della Lazio c'è il kosovaro Berisha.

Doppio Floccari e il buco nella porta - Fatte le prove generali, i padroni di casa passano in vantaggio: altra grande azione di Keita, che dalla sinistra mette in mezzo per Floccari: tocco di destro, anche un po' fortunoso, e pallone in rete. Pallone che poco dopo finisce anche nella rete laziale, ma stavolta solo perché il sinistro di Sangoy passa dall'esterno della porta attraverso un buco. Servono un paio di minuti per ripararlo. La pausa rischia di addormentare del tutto una partita non proprio frizzante, ma il raddoppio di Floccari e una serie di leggerezze della difesa di casa tengono svegli i presenti. Arriva proprio su una di queste amnesie il gol del 2-1 realizzato da Papoulis.

La ripresa - Al di là della scarsa consistenza dell'avversario, il 4-2-3-1 scelto da Pektovic (a tratti) convince. Chi convince è soprattutto Keita, già decisivo in Turchia con il Trabzonspor (3-3). Schierato a sinistra, sempre in partita e con una buona scorta di ossigeno, l'attaccante senegalese naturalizzato spagnolo in avvio di secondo tempo sfiora in gol (tap-in mancato su una punizione di Hernanes) e poi mette Floccari nelle condizoni di segnare ancora. L'ex Atalanta e Genoa spara alto da ottima posizione. Segno evidente di una Lazio che in tutte le fasi non riesce mai a trovare la giusta tranquillità. Sui piedi del solito Papoulis passa invece la grande chance degli ospiti di pareggiare.
Il vero brivido, nel finale, è il contrasto durissimo tra Sangoy e Novaretti. Entrambi restano a terra per un po', fino a quando il laziale è costretto ad abbandonare il campo in barella.

La classifica - Passaggio ai sedicesimi ipotecato per La Lazio, che consolida il secondo posto nel ragguppamento (8 punti, a -2 dal Trabzonspor) e tiene a debita distanza l'Apollon. Tra tre settimane, il prossimo avversario sarà il Legia Varsavia, fermo a zero punti.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky