05 dicembre 2013

Brasile 2014, oggi il sorteggio. E occhio al precedente

print-icon
cop

Maggio 1950: la delegazione italiana consegna la Coppa Rimet alla Fifa prima del sorteggio mondiale (Getty)

Tutto pronto per la composizione dei gironi dei prossimi Mondiali. Così, alla vigilia dell'atteso appuntamento (anche in diretta streaming sul web) , siamo andati indietro di 63 anni per rivivere quello del 1950. Quando comparve una pallina senza nome...

di Lorenzo Longhi

Il caso che fa discutere, alla vigilia del sorteggio di Brasile 2014, è la decisione della Fifa di non scegliere tra Russia e Francia, mettendo 9 squadre nell'urna 4 di venerdì, con tutto ciò che ne consegue. 63 anni fa, tuttavia, andò se possibile anche peggio: nell'urna del sorteggio per i Mondiali di Brasile 1950, c'era una pallina - la numero 12 - senza nome. To be defined...

Un mese prima. Accadeva il 22 maggio 1950, presso la sala conferenze dell'Itamaraty Palace, a Rio De Janeiro; il Mondiale sarebbe iniziato appena 33 giorni più tardi (il 24 giugno), e la prima edizione della Coppa Rimet dopo la Seconda guerra mondiale nasceva monca già dal sorteggio; 12 squadre nell'urna (Brasile, Inghilterra, Italia e Uruguay erano le teste di serie già inserite nei gironi), in un Mondiale che in teoria era costruito per 16 nazionali.

Il sorteggio. La pallina numero 12 avrebbe indicato una fra Turchia e Portogallo. I turchi avevano ottenuto la qualificazione, ma di lì a poco avrebbero rinunciato per le troppe spese. E pure il Portogallo, seconda scelta, rifiutò l'opportunità, per le medesime ragioni. Questo, però, lo si sarebbe saputo solo più avanti. Intanto, il sorteggio iniziò: il Brasile pescò Jugoslavia (prima pallina estratta), Messico e Svizzera nel gruppo 1, mentre nel gruppo 2 l'Inghilterra trovò Stati Uniti, Cile e Spagna. L'Italia venne sorteggiata con Svezia, Paraguay e India; quindi il quarto girone vide l'Uruguay con Francia, Bolivia e la fantomatica squadra numero 12.

Mai fidarsi dei francesi. Tutto bene, in teoria. Non fosse che l'India - che già si era qualificata per mancanza di avversari - rinunciò perché la Fifa aveva vietato di giocare a piedi nudi (cosa che gli indiani avevano fatto nelle Olimpiadi di Londra due anni prima). Questa, almeno, fu la versione ufficiale, in realtà una copertura: anche lì, infatti, i motivi furono economici. Il girone dell'Italia rimase così a tre squadre, perché a un mese dal Mondiale altri inviti erano impossibili. Nel gruppo 4 andò ancora peggio perché, come abbiamo già visto, non vi fu nessuna nazionale numero 12. E, come se non bastasse, a sorteggio avvenuto rinunciò al Mondiale anche la Francia. La quale, a dirla tutta, nemmeno si era qualificata, ma era stata invitata solo dopo la rinuncia della Scozia. I francesi accettarono, i rappresentanti della Fff si recarono al sorteggio di Rio, poi dissero no e il girone numero 4 rimase miseramente a due squadre. Insomma, un precedente c'è già. Mai fidarsi della Francia...

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky