Caricamento in corso...
12 dicembre 2013

Mondiali, il Gruppo E: la Francia vede già gli ottavi

print-icon
sha

Shaqiri, Valencia, Ribery e Costly, le stelle di Svizzera, Ecuador, Francia e Honduras (Getty Images)

LE SCHEDE . I transalpini sono finiti nel girone con la testa di serie meno temibile, la Svizzera di Shaqiri e dei centrocampisti del Napoli. Valencia uomo squadra dell'Ecuador, l'Honduras punta sugli attaccanti Costly e Bengtson

SVIZZERA
Qualificata come prima del girone e, un po' a sorpresa, testa di serie, la nazionale di Ottmar Hitzfield ha un potenziale tutto da scoprire, con talenti come Shaqiri e Xhaka in grado di risolvere le partite.
Tattica: Hitzfield schiera un 4-2-3-1 con una linea mediana composta dalla coppia napoletana Inler-Behrami, con Dzemaili primo sostituto. Tanta qualità dietro alla punta, il giovane ex Fiorentina Seferovic.
Palmares e precedenti mondiali: il miglior risultato della storia svizzera sono i quarti di finale mondiali raggiunti nel '34, '38 e '54. Nel 2010, dopo aver battuto nella prima partita la Spagna, che poi avrebbe vinto il Mondiale, la Svizzera non superò il girone. Argento olimpico nel 1924.
Come si è qualificata: la Svizzera ha vinto il girone E, davanti a Islanda e Slovenia. Un cammino da grande, con 7 vittorie e tre pareggi.



ECUADOR
L'Ecuador costruisce da alcuni anni le sue fortune tra le "altissime" mura amiche dell'Olimpico Atahualpa di Quito a quasi 3000 metri sul livello del mare. Qualificata direttamente alla fase finale grazie alla miglior differenza reti, ha in Antonio Valencia del Manchester United la sua stella. L'obiettivo è passare il girone.
Tattica: il potenziale offensivo è di livello e la spinta costante di Valencia sulla fascia: per questo lo schema è il più classico dei 4-4-2. Reinaldo Rueda può contare su un gruppo giovane e motivato, ma che lontano da Quito ha raccolto poco.
Palmares e precedenti mondiali: terza presenza al Mondiale, miglior risultato gli ottavi del 2006. In Coppa America il miglior risultato è un quarto posto nel 1959.
Come si è qualificata: quarta nel girone sudamericano dietro Argentina, Colombia e Cile, a pari punti con l'Uruguay ma con miglior differenza reti. 7 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte, 20 gol fatti e 15 subiti.



FRANCIA

Altra qualificazione acchiappata per la coda: la Francia è lontana dagli splendori del biennio d'oro '98-2000 ma ha una collezione di giovani che possono essere guidati da Ribery. Non una superpotenza, però.
Tattica: verrebbe da dire che lo schema di Deschamps sia 'palla a Ribery e vediamo cosa succede'. La difesa è un mix di gioventù ed esperienza, a centrocampo chiavi a Pogba appoggiato da Matuidi e uno tra Cabaye o Capoue. Davanti, con Ribery, in quattro per due posti: Benzema, Giroud, Valbuena e Nasri.
Palmares e precedenti mondiali: quattordicesima apparizione mondiale, condita da due terzi posti, un secondo e la vittoria del 1998. Due titoli Europei (1984 e 2000), disastrosa nell'ultima apparizione mondiale del 2010: fuori al primo turno.
Come si è qualificata: la Francia è giunta seconda nel girone vinto dalla Spagna ed è stata costretta allo spareggio contro l'Ucraina. Sconfitta per 2-0 in trasferta, la nazionale transalpina ha rimontato a Parigi, vincendo per 3-0.



HONDURAS
Secondo mondiale consecutivo per la formazione allenata dal colombiano Suarez Guzman. Una coppia d'attacco niente male e l'esuberanza atletica potrebbero essere le chiavi per evitare una disfatta. Ha messo dietro il Messico nel girone, quindi occhio.
Tattica: 4-4-2 classico, che a volte diventa 4-4-1-1. Costly e Bengtson operano in avanti, Palacios è ormai un jolly mentre Figueroa guida la difesa.
Palmares e precedenti mondiali: terza apparizione, come detto. Le precedenti, nel 1982 e nel 2010, si sono chiuse con tre pareggi, tre sconfitte e due eliminazioni al primo turno. Nel palmares c'è una Gold Cup, oltre a due secondi posti e tre terzi (gli ultimi due consecutivi, 2011 e 2013) sempre nella competizione del centro-America.
Come si è qualificato: prima il successo nel girone eliminatorio con Panama (11 a pari punti), Canada e Cuba con il terzo posto nel girone finale della zona Nord e Centro Americana, l'Honduras ha costretto il Messico allo spareggio. 10 partite con 4 vittorie e tre pareggi. Bengtson e Costly rispettivamente con 9 e 7 gol.



(a cura di Luciano Cremona e Matteo Veronese)

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky