Caricamento in corso...
13 dicembre 2013

Mondiali, il gruppo F: Messi contro la sorpresa Bosnia

print-icon
mes

Messi, Dzeko, Nekounam e Obi Mikel, gli uomini simbolo di Argentina, Bosnia, Iran e Nigeria (Getty Images)

LE SCHEDE . La nazionale argentina favorita d'obbligo, con la Nigeria di Obi Mikel pronta a giocarsi il passaggio agli ottavi contro il talento di Pjanic e Dzeko. L'Iran torna al mondiale sotto la guida del saggio Queiroz

ARGENTINA
Dietro concede qualcosa e paga l'assenza di un portiere di livello mondiale, ma Sabella può permettersi di pescare a caso dal mazzo degli attaccanti ed avere la certezza di trovarsi in campo un fenomeno: Messi, Aguero, Higuain, Palacio, Tevez, Lavezzi... A 24 anni di distanza dall'ultima finale mondiale, l'albiceleste prepara il blitz in casa dei rivali storici.
Tattica: Sabella schiera un 4-3-3 in cui è Di Maria il jolly, che può agire da mezzala sinistra o da trequartista. Dubbi sulla posizione di Mascherano, che può essere impiegato come difensore centrale o come centrocampista.
Palmares e precedenti mondiali: 2 vittorie, in casa nel 1978 e in Messico nel 1986, la finale in Italia nel 1990 poi mai più oltre gli ottavi. Ha vinto 14 volte la Coppa America, l'ultima nel 1993.
Come si è qualificata: vittoria del girone unico sudamericano, frutto di 9 vittorie, 5 pareggi e 2 sole sconfitte, due punti davanti alla Colombia. 35 gol fatti ma anche 15 subiti.



BOSNIA
La prima qualificazione ad una competizione internazionale della Bosnia è merito di un attacco atomico formato da Dzeko e Ibisevic, due che vedono la porta come pochi altri attaccanti in Europa. A centrocampo il romanista Pjanic e il laziale Lulic garantiscono qualità e quantità, la difesa è l'incognita maggiore.
Tattica: un 4-4-2 con Ibisevic e Dzeko davanti. Il centrocampo parte in linea ma Misimovic è libero di svariare sulla trequarti. Pjanic, in questo caso, è relegato sulla fascia destra, con Lulic ala sinistra.
Palmares e precedenti mondiali: prima presenza assoluta ad una competizione internazionale
Come si è qualificata: prima presenza a un Mondiale per la Bosnia, capace di imporsi nel gruppo G davanti alla Grecia, anche se solamente per differenza reti. 8 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta, 6 reti subite e ben 30 realizzate, quarto migliore attacco delle qualificazioni europee.



IRAN
Quarta partecipazione mondiale per la nazionale allenata magistralmente dal ct portoghese Carlos Queiroz, che ha compiuto un piccolo miracolo sportivo in un momento storico non certo semplice per l'Iran. Uno zoccolo duro, giocatori disciplinati dal ct dentro e fuori dal campo, i gol di Dejagah e Ghoochannejhad, unici giocatori "esteri": queste le qualità dell'Iran.
Tattica: l'impianto di gioco è un 4-2-3-1 che ha la sua forza in una mediana di ferro, in cui Nokounam è il primo a buttarsi in avanti per offendere. Dejagah all'ala crea scompigli.
Palmares e precedenti mondiali: nelle tre edizioni giocate, l'Iran è sempre stato eliminato al primo turno: in nove incontri ha vinto una sola partita (a Francia '98, contro gli Stati Uniti). Nel palmares ci sono tre Coppe d'Asia, vinte tra il '68 e il '76.
Come si è qualificato: dominando il girone davanti alla favorita Corea del Sud, con 16 punti. Trascinatore il capitano Nekounam.



NIGERIA
La Nigeria è una squadra sicuramente in forma: la vittoria in Coppa d'Africa, nonostante alcune esclusioni illustri da parte di Keshi, ha ridato fiducia ad una Nazionale cui mancava da anni un grande risultato a livello internazionale. Squadra molto giovane.
Tattica: il ct Keshi ha schierato in totale 33 giocatori per sole 8 partite di qualificazione, dimostrando di prediligere calciatori in forma anche a discapito dei grandi nomi. Le convocazioni finali per Brasile 2014 saranno un bel rebus, il modulo dovrebbe essere il 4-2-3-1 che ha portato alla vittoria in Coppa d'Africa.
Palmares e precedenti mondiali: è alla quinta presenza. Nelle quattro precedenti il miglior risultato sono gli ottavi raggiunti a USA '94 (sconfitta dall'Italia) e a Francia '98. Tre vittorie in Coppa d'Africa, compresa l'ultima edizione.
Come si è qualificata: vincitrice dello spareggio contro l'Etiopia, uscita a sorpresa dal girone del Sudafrica. 4-1 tra andata e ritorno, qualificazione mai in discussione.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky