24 ottobre 2014

Gol di rabona: così Lamela prenota il premio Puskas 2015

print-icon

Cinque settimane dopo lo straordinario gol di tacco di Menez segnato al Parma , un altro ex giocatore della Roma mette le mani sul "Fifa Puskas Award", il riconoscimento per l'autore della rete più bella di un'intera stagione. VIDEO

Si candida di diritto al Premio Puskas della Fifa per il gol più spettacolare dell'anno la rabona da 20 metri con cui Erik Lamela ha segnato il 2-0 nella partita di Europa League vinta dal Tottenham contro i greci dell'Asteras Tripolis. L'attaccante argentino ha raccolto un pallone al limite dell'area e ha insaccato il pallone alla sinistra del portiere greco. La partita è finita 5-1 per il Tottenham.

Guarda il video da Youtube



"Non stavo pensando a niente", ha racconto l'ex romanista a fine partita, "il mio unico obiettivo era fare gol e quello mi è sembrato il modo più facile. Gol così sono una questione di istinto, sono stato fortunato, il mio piede destro non è tanto buono e quindi ho dovuto usare il sinistro".
Il virtuosismo tecnico, inventato dai calciatori argentini durante i mondiali in Uruguay nel 1930, consiste nel colpire la palla spostando il piede calciante dietro quello di appoggio, incrociandolo. Generalmente il movimento viene sfruttato per fare dei cross, raramente per tirare in porta come ha fatto Lamela, anche perché è difficile imprimere grande forza al pallone. Il termine proviene dallo spagnolo "rabo", che significa "coda", da cui "colpo di coda".
In Italia l'inventore della rabona è considerato Giovanni Roccotelli, che nella sua carriera ha vestito le maglie di Cagliari e Spal. Con questo gesto l'ex ala destra realizzò ben due reti, di cui una su punizione. Tra i maestri della rabona anche Diego Armando Maradona, Roberto Baggio, Rivaldo e il centrocampista della Fiorentina Alberto Aquilani.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky