16 aprile 2017

Ligue 1, giocatori Lione aggrediti da ultrà Bastia

print-icon

Pre partita pieno di disordini nel match del campionato francese. Partita inizialmente rinviata di 50 minuti, poi l'arbitro è stato costretto alla sospensione definitiva dopo la seconda aggressione durante l'intervallo

Nuovi episodi di violenza in Francia. I giocatori del Lione sono stati infatti aggrediti prima del match sul campo del Bastia dai tifosi di casa, episodio che ha costretto l'arbitro a cominciare il match con 50' di ritardo. Tutto è cominciato con l'assalto di un sostenitore del club corsicano a Memphis Depay e Mathieu Gorgelin, attaccante e portiere del Lione. La situazione sembrava essersi calmata, ma al termine del primo tempo la scena si è ripetuta, con Anthony Lopes colpito da un tifoso; l'ennesima aggressione ha creato il caos, con i tifosi del Lione scesi anche loro in campo per difendere i giocatori della loro squadra. A quel punto il direttore di gara non ha potuto far altro che sospendere definitivamente l'incontro.

Il precedente contro il Besiktas

Il brutto episodio di Bastia-Lione arriva a pochissimi giorni dagli scontri nel match tra Lione e Besiktas. Prima del match contro i turchi, valida per l'andata dei quarti di finale di Europa League, i tifosi francesi sono scesi sul terreno di gioco dopo il lancio di petardi da parte dei supporters del Besiktas. Anche il presidente del club francese Jean-Michel Aulas è sceso in campo per provare a tranquillizzare il suo pubblico. La partita in quel caso iniziò con 45 minuti di ritardo.

Lione, prepartita nel caos: tifosi in campo

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky