Caricamento in corso...
25 giugno 2017

Montpellier piange patron Nicollin, con lui fu il Leicester di Francia

print-icon
nic

Imprenditore nel settore della nettezza urbana, con il suo carattere sanguigno e le sue battute taglienti ha fatto innamorare la Francia. E' morto a 74 anni: ha avuto un attacco di cuore mentre era al ristorante per festeggiare il suo compleanno. "Ci mancherà", il titolo dell'Equipe

Un personaggio incredibile, una vera e propria istituzione. E’ morto a 74 anni, lo storico presidente del Montpellier Louis Nicollin. L’Equipe di venerdì 30 giugno lo ricorda con un titolone sulla prima pagina "Loulou, ci mancherà!". Il patron del club bluarancione, imprenditore nel settore della nettezza urbana, ha avuto un attacco di cuore mentre era in ristorante per festeggiare il suo compleanno. A nulla è servito il trasporto in ospedale.

Miracolo sportivo

Famoso in tutto il mondo per la decisione di presentarsi con una cresta colorata dopo la vittoria del titolo nel 2012, fu il protagonista di un vero e proprio miracolo. Era il primo anno degli sceicchi al Paris Saint Germain, nonostante gli investimenti milionari, fu il Montpellier a vincere il titolo. E Nicollin decise di tingersi i capelli con i colori del club, con tanto di cresta ("alla Menez") per manifestare la gioia per il cammino del suo club: dalla seconda divisione alla vittoria della Ligue 1 in quattro anni. Il Montpellier l’aveva preso in mano nel 1974, al suo arrivo era solo una squadra di amatori.

Sono arrivati anche dalla Serie A i messaggi per la famiglia del presidente. Il centrocampista della Juve Mario Lemina ha voluto ricordare Nicollin con un Twitter. Il terzino del Napoli Faouzi Ghoulam l’ha ricordato con un messaggio toccante: "Una grande figura del calcio francese se n'è andata... tutte le mie condoglianze alla famiglia di Louis Nicollin". Non è mancato nemmeno quello di Mbaye Niang, che saluta questo "signore del calcio".

Un museo dello sport incredibile

Famosissimo in Francia per la sua collezione unica dedicata allo sport inaugurato nel 2014: tre settori (uno per il calcio e gli altri sport, uno per il ciclismo e uno per l’automobile. All’interno maglie di ogni colore, di tutte le epoche. Quando l’Italia soggiornò al ritiro di Montpellier nel corso di Euro 2016, il presidente della Figc volle visitare proprio quel pezzo di storia. La foto di loro due sulla golf car fece il giro del web.

Quella frase celebre...

Tante le battute celebri attribuite a Nicollin. Tra tutte quella dedicata a Carletto Ancelotti (che allenava il Psg ndr) dopo la vittoria del titolo del suo Montpellier: "Gli preferisco Courbis, i grandi allenatori sono quelli che vincono i titoli con giocatori mediocri. Courbis ha portato il Montpellier in Ligue 1 con dei mezzi mongoloidi".