Caricamento in corso...
30 giugno 2017

Chinese Super League, Suning ancora ko: Capello battuto da Villas-Boas

print-icon

L'allenatore italiano non riesce ancora a cogliere il primo successo nel campionato cinese e subisce la seconda sconfitta in tre partite: decisivo il gol di testa del brasiliano Elkeson al 54'. Con questo ko lo Jiangsu resta al penultimo posto in classifica a meno 3 dalla zona salvezza

Probabilmente nemmeno lui si poteva immaginare un inizio così in salita. Anche perchè un solo punto conquistato nelle prime 3 partite sulla panchina del Suning Jiangsu non è proprio il ruolino di marcia col quale ha abituato i tifosi nel corso della sua lunga e vincente carriera. E invece ora Fabio Capello dovrà cominciare a fare sul serio i conti con la sua nuova realtà cinese. Quella che parla di una squadra sicuramente non esaltante dal punto di vista tecnico e certamente distante da quelle che sono le caratteristiche tipiche di una squadra di Don Fabio. E allora, contro lo Shanghai Sipg di Andre Villas-Boas, per l'allenatore italiano è arrivata la seconda sconfitta della sua avventura asiatica. Un 1-0 firmato da un colpo di testa dal brasiliano Elkeson che al 54' ha approfittato di una dormita del difensore centrale Xiaobin per svettare di testa e beffare il portiere Chao. Certo che un po' di sfortuna la avuta anche il suo Suning che ha tirato molto di più rispetto agli avversari guidati dal portoghese ex Chelsea ma non è riuscito, anche per l'imprecisione dei suoi attaccanti, a bucare la porta difesa da Junling.

    

Rischio retrocessione

La situazione in classifica, già deficitaria al momento dell'arrivo di Capello sulla panchina del Jiangsu, ora è se possibile ancora più problematica: penultimo posto a 3 lunghezze dalla terzultima (che nella Chinese Super Legaue si salva) ma con solo 9 punti conquistati in 15 partite e 24 gol subiti. Non proprio numeri da Capello, per l'appunto, che ora dovrà mettere molto del suo mestiere per riuscire a salvare in tutti i sensi la stagione e risalire la graduatoria. Per lo Shanghai vi Villas-Boas invece questa vittoria vuol dire riuscire a tenere il passo della capoclassifica, il Guangzhou Evergrande, che conserva sempre un punto di vantaggio.