user
24 ottobre 2017

Brasile, portiere Botafogo minacciato di morte e derubato. IL VIDEO

print-icon

Il 34enne di proprietà del Botafogo ed ex giocatore della Nazionale brasiliana stava andando ad allenarsi quando è stato fermato da alcuni teppisti a Fedezinha (quartire di Rio De Janeiro): tanto spavento e Range Rover derubata. Ecco il video dell'aggressione ripreso da una telecamera

Stava andando ad allenarsi in un giorno qualunque quando ha vissuto molto probabilmente il momento più brutto della sua vita. Jefferson, portiere del Botafogo e per lungo tempo nel giro della nazionale brasiliana (21 presenze per lui tra il 2010 e il 2015), era fermo al semaforo nel quartiere di Fedezinha a Rio de Janeiro in attesa che scattasse il verde, quando è stato prima fermato da una banda di tre teppisti e poi minacciato di morte con una pistola. Costretto a uscire dalla sua fuoristrada, il giocatore è stato fatto inginocchiare sul ciglio della carregiata e derubato della sua auto. Il video dell'aggressione è stato ripreso da una telecamera di sicurezza di un negozio e ora gli agenti di polizia stanno cercando di risalire ai colpevoli. Jefferson, che ha anche giocato in Turchia al Trabzonspor e al Konyaspor, ha così dichiarato dopo quanto accaduto: "Ringrazio Dio che mi ha saputo dare la calma per gestire questa terribile situazione, è solo grazie a lui che non ho ricevuto nessuna violenza". In accordo con il club, il portiere ha ottenuto un giorno di permesso per denunciare il furto alla polizia e mettersi alla ricerca della sua auto. Dopo alcune ore, la Range Rover è stata ritrovata nel "Complexo de Alemão" e poi restituita al portiere. I teppisti, invece, non sono ancora stati identificati. Intanto Jefferson su Instagram ha ringraziato con un post le forze dell'ordine.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi