25 ottobre 2017

Romania, dalla mano amputata all'esordio in Coppa: l'incredibile storia di Cosmin Lambru

print-icon
Cosmin Lambru (nel cerchio rosso)

Cosmin Lambru (nel cerchio rosso) durante i calci di rigore contro il Mioveni

L'attaccante del Petrolul Ploiesti, serie B romena, ha fatto il suo esordio all'81' della partita contro il Mioveni, nonostante abbia subito all'età di 9 anni l'amputazione dell'arto sinistro. I padroni di casa sono poi usciti dalla competizione ai calci di rigori, ma il risultato per Cosmin sarà di certo passato in secondo piano

Aveva 9 anni e stava passeggiando insieme ai suoi amici quando un incidente gli ha cambiato la vita. O almeno, così pensava. Martedì sera, invece, ha esordito in Coppa di Romania e ha coronato il suo sogno. E' l'incredibile storia di Cosmin Lambru, attaccante 18enne del Petrolul Ploiesti, che in pochi anni ha vissuto un incubo e poi ha toccato il cielo per la felicità. Quel camion che lo investì, il dolore incontenibile, la corsa disperata in ospedale e un intervento al braccio andato a buon termine solo per metà. Dieci anni dopo il triste fatto, Lambru raccontò in un'intervista: "Sentii un dolore terribile però ero cosciente. I miei amici mi portarono subito in ospedale e se avessero tardato ad operarmi avrei perso tutto il braccio". Per fortuna il chirurgo riuscì a salvarlo dopo un'operazione complicatissima durata tante ore, ma il giovane calciatore perse comunque la mano sinistra.

Un sogno mai svanito

Anche con una mano in meno, Lambru non ha mai messo da parte il suo sogno: quello di giocare a calcio. Continua ad allenarsi duramente, al posto della mano una protesi, e intanto stupisce nelle giovanili del Ploiesti nella stagione 2015-2016. Ma lo scorso anno è quello da ricordare per la carriera del 18enne rumeno. Lambru gioca in prestito al CS Blejoi e il suo talento esplode. Segna ben 26 gol e ritorna al Ploiesti, questa volta per giocare in prima squadra dove firma un contratto per quattro stagioni.

L'esordio e il sogno raggiunto

All'81' di gioco della partita di martedì sera, nella Coppa nazionale romena, Lambru entra in campo sostituendo Janko Pacar quando il Ploiesti è sotto 1-0 contro il Mioveni. Con una sconfitta, i padroni di casa uscirebbero dal torneo ma un gol allo scadere di Vintila permette alla squadra di Lambru di agguantare il risultato. Si va così ai calci di rigore perché nei supplementari il risultato non cambia. Il Ploiesti però perde per 4-3 e dice addio alle speranze di vittoria della Coppa. Ma la delusione per il risultato, almeno per una sera, è passata in secondo piano. Lambru ha fatto il suo esordio e ha stupito tutti... Anche con una mano in meno e una protesi in più.

I PIU' VISTI DI OGGI