09 novembre 2017

Guangzhou Evergrande, ufficiale il ritorno in panchina di Cannavaro

print-icon

L'ex capitano degli azzurri lascia il Tianjin dopo aver conquistato il terzo posto e torna al Guangzhou: "Il progetto a lungo termine mi affascina, sono felice di poter lavorare ancora con loro. Guardo ai successi del domani"

Tesi: "A volte ritornano". Nuovo protagonista: "Fabio Cannavaro". Starring: sempre il calcio. Perché l'ex capitano degli azzurri è il nuovo allenatore del Guangzhou Evergrande, è ufficiale. L'annuncio arriva direttamente dalla sua pagina Instagram: "Sono felice di poter lavorare di nuovo con loro, è un progetto che mi affascina". Eh sì, perché Cannavaro ha allenato il Guangzhou anche nella stagione 2014-15. E adesso torna nel Sud dopo aver fatto bene col Tianjin: dalla promozione in Serie A al terzo posto in Super League. Ergo: turno preliminare di Champions League asiatica. Il tutto grazie a giocatori come Pato (15 gol), Witsel e Modeste. Dopo Scolari - vincitore dell'ultimo campionato cinese, il settimo di fila per il Guangzhou - l'Evergrande ha scelto di puntare nuovamente su Cannavaro. Nuova sfida personale. 

"Fiero e grato per l'opportunità"

Soddisfazione e orgoglio per Fabio Cannavaro: "Il progetto a lungo termine dell'Evergrande mi affascina molto, sono felice  di poter lavorare con loro. Coltiveremo il più possibile i giovani talenti. Sono davvero fiero di tornare a Guangzhou e grato per l'opportunità - ha aggiunto su Instagram - Adesso guardo avanti ai successi della prossima stagione. Mai dire addio".

Pato: "A Tianjin abbiamo scritto la storia"

Lui, i 15 gol e una rinascita personale. Pato is back. Quello 2.0, ritrovato in Cina e col Tianjin di Cannavaro, reduce dal terzo posto arrivato all'ultima giornata (grazie alla sconfitta dell'Hebei). Stagione finita ora, questo il messaggio di Pato su Instagram: "Che sensazione! Ricordo quando Cannavaro mi ha chiamato e mi ha chiesto di unirmi al Tianjin. Risposi così, "Sì, certo che vengo. E combatterò per questa nuova sfida!". Sapevo che in Cina non sarebbe stato facile, ma con molto lavoro siamo arrivati in cima, raggiungendo un risultato che quasi nessuno si aspettava. Ricordo che Cannavaro ha incontrato tutta la squadra e ha chiesto ai giocatori: "Quali sono i tuoi obiettivi? Dove pensi che questa squadra possa arrivare?". E io ho risposto così: "Pensiamo a fare tanti punti, facciamoli e poi vedremo dove arriveremo. Step by step arriveremo in cima". Ora posso dire che ci siamo riusciti, siamo arrivati in alto!". E' una vera e propria soddisfazione per me, per l'allenatore, per i giocatori, un sogno che si avvera per il nostro presidente e per tutti i nostri sostenitori. Abbiamo scritto una buona pagina di storia del calcio cinese, abbiamo giocato ottime gare, segnato gol incredibili e vinto gare indimenticabili. Ho segnato 15 gol in 24 partite e sono orgoglioso di aver aiutato la squadra. Mi hanno dato una missione, posso dire di averla compiuta e di averlo fatto al meglio!".

Cannavaro, da allenatore... a capo ultrà

I PIU' VISTI DI OGGI