user
01 aprile 2018

Eto'o come Weah: "Sogno di diventare presidente del Camerun"

print-icon
Samuel Eto'o - Konyaspor

Samuel Eto'o si candida alla presidenza del Camerun (Getty)

L'ex centravanti di Inter e Barcellona si "candida" come nuovo presidente della Repubblica del Camerun: "Non vedo perché no, sogno la presidenza come Giulio Cesare sognava con Roma. Ecco il mio programma"

WEAH, GOL ANCHE IN POLITICA: E' IL NUOVO PRESIDENTE DELLA LIBERIA

Samuel Eto'o presidente della Repubblica del Camerun. Ok, pensatelo un attimo. Fatto? Bene. Primi pensieri? Un sorrisone grande, tanto stupore, la consapevolezza che oggi, dopo Weah presidente della Liberia, nulla è impossibile. Dal calcio alla politica, esatto. Samuel Eto'o si propone e non si tira indietro. Ah, tra l'altro sta ancora giocando a calcio, da gennaio è la punta del Konyaspor in Turchia, dopo due anni e mezzo trascorsi all'Antalyaspor (anche lì è riuscito ad entrare nella storia del club, nessuno ha mai segnato quanto lui, 44 reti). Ora, però, l'ex centravanti dell'Inter vorrebbe aprirsi verso nuove sfide. Non nel calcio. Attraverso un'intervista rilasciata alla rivista Jeune Afrique, Eto'o ha "rivelato" i suoi obiettivi per il futuro. L'ipotetico consiglio dei ministri in caso di elezioni, il suo sogno nel cassetto, le sue ambizioni nascoste. Samuel presidente.

Eto'o 'Trono di Spade': presentazione show del Konyaspor

"Io presidente del Camerun, perchè no?"

Una vita nel calcio che non è ancora finita, tanti trofei vinti in giro per il mondo, dall'Inter al Barcellona. Gol, gol e ancora gol. In Camerun, calcisticamente parlando, è una leggenda. Ha segnato più di tutti (56 reti), ha partecipato a 4 Mondiali. Ora una nuova sfida? "Non vedo perché non possa occupare il posto di presidente della Repubblica del Camerun (attualmente c'è Paul Biya, 85 anni, in carica dal 1982). Sogno quel posto come Giulio Cesare sognava con Roma!". Un piano per il consiglio dei ministri made in Samuel: "Il primo ministro dovrà tenere sotto di lui 11 ministri e 7 segretari di stato, in una tattica molto equilibrata, flessibile, che rispetti lo spirito collettivo". E ancora: "La campagna elettorale sarà la stessa, non si farà impressionare dalle provacazioni degli avversari". Eto'o vorrebbe anche continuare a lavorare nel calcio durante la presidenza: "50% presidente, 50% come allenatore". E su Weah, presidente della Liberia: "Sono io un modello per lui!". Non si sa come andrà a fine, ma Samuel ha lanciato la sua sfida. Nuova, avvincente, alla Eto'o. 

L'Uomo della Domenica: Porrà racconta George Weah

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi