user
19 luglio 2018

Giappone, Torres e Iniesta come "Holly e Benji": l'omaggio del maestro Takahashi

print-icon
Iniesta e Torres

Andrés Iniesta e Fernando Torres hanno apprezzato il dono del maestro Yoichi Takahashi

Attesi dalla nuova avventura in Giappone, Andrés Iniesta e Fernando Torres condividono l'età e i successi con la Roja. C'è anche un omaggio in comune, quello realizzato da Yoichi Takahashi ovvero l'autore di "Captain Tsubasa". E i due spagnoli non potevano che gradire il manga calcistico per eccellenza

VISSEL KOBE, INIESTA: "VINCIAMO IL CAMPIONATO"

TORRES RIPARTE DAL GIAPPONE, VA AL SAGAN TOSU

"Ho cominciato a giocare a calcio grazie a 'Holly e Benji', avevo 5-7 anni e non avevo ancora toccato un pallone nella mia vita". Così Fernando Torres, El Niño dalla forte identità targata Colchoneros, si è espresso a margine della presentazione ufficiale con il Sagan Tosu. La nuova avventura dell’attaccante spagnolo abbraccia in pieno la sfida giapponese, esperienza che segue i 15 anni complessivi trascorsi all’Atletico Madrid dove è cresciuto e si è consacrato. Una destinazione decisamente più esotica della Premier League, tappa dove ha strabiliato al Liverpool e deluso le aspettative al Chelsea. Poca fortuna anche in Italia al Milan, solo 1 gol in 10 partite, ecco spiegato il ritorno a Madrid per chiudere il cerchio iniziato nel 1995 e ripartire dal Giappone. Prima di sposare l’impegno nel Sol Levante, Torres ha raccontato di aver ricevuto la visita del patron giapponese a Madrid con un dono graditissimo: la caricatura dello stesso Fernando con la maglia dell’Atletico in pieno stile "Holly e Benji". Naturalmente firmata e realizzata da Yoichi Takahashi, il celebre creatore di "Captain Tsubasa" ovvero il manga calcistico che ha fatto sognare generazioni di bambini.

Torres come Iniesta, che passione "Holly e Benji"

El Niño ha quindi pubblicato sul proprio account Instagram il cimelio confezionato dal maestro giapponese, immagine di pari passo con l’entusiasmo dei nuovi tifosi alla vista di Torres in maglia azzurra. L’ex centravanti della Roja, 110 presenze e 38 gol in Nazionale, sarà compagno dell’ex Cagliari Ibarbo agli ordini dell’allenatore italiano Massimo Ficcadenti. Non sono mancate le rivelazioni personali sul passaggio nella J-League: "Ho pensato alla mia famiglia, qui i miei figli potranno vivere più tranquilli e conoscere una nuova cultura che ho sempre ammirato. E attenzione al livello del calcio asiatico in continuo miglioramento, come ha evidenziato il Mondiale in Russia". Chi abbraccerà nel campionato giapponese sarà pure Andrés Iniesta, suo compagno nella Spagna dorata tra il 2008 e il 2012 con un titolo mondiale e due trionfi agli Europei. L’ex Barcellona, addirittura 22 anni in azulgrana dove ha vinto tutto, ha invece scelto il Vissel Kobe dove dividerà il campo con Lukas Podolski: una coppia che risponderà a Takayuki Yoshida, vecchia gloria del calcio nazionale. Ad accomunare i due spagnoli di scena in Giappone, oltre all’anno di nascita (1984), c’è proprio l’omaggio del già citato Takahashi: Iniesta incontrò l’autore di "Captain Tsubasa" lo scorso maggio a Tokyo, occasione nella quale ricevette il dono del fumettista giapponese. Una mano inconfondibile, quella che ha immortalato Andrés sia con la maglia del Barça sia con la nuova divisa rossa. E che ha riservato il benvenuto migliore anche a Fernando Torres al battesimo in Giappone.

Calciomercato, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi