Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
21 luglio 2018

Cássio, eroe del Corinthians: doppia parata super, lui come Alisson in Brasile

print-icon

Terzo portiere della Seleção al Mondiale in Russia, eroe del Corinthians in Brasile. Guardare per credere: l'ex PSV si è reso protagonista di una doppia clamorosa parata contro il Botafogo, gara vinta 2-0 dal Timão. Match da protagonista assoluto per Cássio, chiuso in Nazionale dall'ex romanista Alisson

BAHIA, CONFRONTO TIFOSI-GIOCATORI FINISCE IN RISSA

Solo un profilo da riserva al Mondiale in Russia, protagonista assolto in Brasile con la maglia del Corinthians. È questo il destino di Cássio, portiere classe 1987 impegnato nel Campeonato Brasileiro dopo le "fatiche" alla Coppa del Mondo. Chiuso dal titolarissimo Alisson Becker, recente trasferimento da numero uno dalla Roma al Liverpool (62.5 milioni di euro), l’estremo difensore del Timão ha infatti seguito dalla panchina accanto al collega Ederson l’avventura della Seleção interrotta ai quarti di finale per mano del Belgio. Nessun minuto all’attivo, un Mondiale da spettatore dove si è piuttosto fatto notare durante i festeggiamenti per i gol di Neymar e Coutinho oltre alle sedute d’allenamento.

Nient’altro che una comparsa in Russia, eroe del suo club in patria con un ritorno in grande stile. Chi ha fatto gridare al miracolo i telecronisti brasiliani è stato proprio Cássio durante il match contro il Botafogo, sfida vinta 2-0 grazie ai gol di Rodriguinho e Ángel Romero. Ad archiviare il risultato nel finale è stato proprio il portiere di Veranópolis, cresciuto nel Grêmio e sbarcato giovanissimo in Olanda al PSV a vent’anni senza troppa fortuna (5 presenze ad Eindhoven, 14 in prestito allo Sparta Rotterdam). Dal 2012 è invece un punto fermo del Timão come ribadito dal doppio intervento da supereroe al minuto 86: prima il salvataggio sulla linea dopo la deviazione dell’attaccante Kieza, poi l’esplosività del piede destro a negare il tap-in dell’accorrente Joel Carli. Due parate eccezionali, quasi una prassi per uno dei portieri più apprezzati in Brasile.

Cássio come Alisson in Brasile: doppia parata da supereroe

"Cássio è un nazionale brasiliano, ha realizzato dei salvataggi meravigliosi", ha commentato l’allenatore Osmar Loss che occupa l’8° posto in campionato e ha ricordato altre serate indimenticabili regalate dal proprio numero uno. Parliamo infatti di un gigante di 195 centimetri tra gli eroi del trionfo nella Libertadores del 2012 e del seguente Mondiale per club, dove venne nominato MVP della finale e miglior giocatore della competizione. In bacheca per Cássio anche la Recopa Sudamericana del 2013, lui che figura come una delle bandiere del Corinthians e si mise in luce nel Sub-20 del 2007 vinto dal Brasile. "Sono felice per la squadra - ha raccontato lo stesso portiere -, è difficile descrivere quanto ho fatto perché dovrò rivederlo. Certo è che tornare a casa dopo essere stato decisivo mi riempie di gioia". E nei giorni in cui il nome di Alisson ha riservato una portata mondiale, chi si è fatto notare è pure il compagno Cássio oscurato in Nazionale dal nuovo portiere del Liverpool.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi