09 dicembre 2017

Risultati Bundesliga: classifica, gol e highlights della 15^ giornata. Stop Lipsia, scappa il Bayern

print-icon
bay

Il Mainz acciuffa nel finale il pari col Lipsia, che però recrimina per un calcio di rigore non concesso nonostante il VAR. Al Bayern basta la rete di Vidal per avere la meglio dell'Eintracht, mentre il Borussia sprofonda sconfitto 1-2 dal Werder Brema

La quindicesima giornata di Bundesliga si è aperta sul campo dello Stoccarda, che riceveva il Bayer Leverkusen. A spuntarla sono stati gli ospiti, che con la vittoria per 0-2 – reti di Havertz e Bender – si sono portati a ridosso di Lipsia e Schalke 04 (rispettivamente seconda e terza), in campo nel pomeriggio di oggi. Un pomeriggio che regala tantissime emozioni: dalla crisi senza fine del Borussia Dortmund, all’allungo fondamentale del Bayern sul Lipsia, inchiodato sul pari nei minuti finali della gara.

Eintracht Francoforte – Bayern Monaco 0-1

20’ Vidal (B)

Il Bayern si presenta a Francoforte per restare saldo in testa alla classifica e per strappare il primato di miglior squadra in trasferta proprio all’Eintracht. Poco prima dell’inizio della gara, però, Heynckes è costretto a fare i conti col forfait improvviso di Ulreich, fermato da un problema all’adduttore nel riscaldamento. Al suo posto, in campo dal primo minuto Tom Starke, che colleziona la sua nona presenza in Bundesliga degli ultimi cinque anni. Il gol del vantaggio, per i bavaresi, arriva al minuto 20, quando su azione di calcio d’angolo Kimmich fa partire un cross interessante. Il più puntale è Arturo Vidal, che da pochi passi sul secondo palo la mette dentro. La partita resta in controllo del Bayern, che però non la chiude. Le cose sembrano mettersi al meglio per i bavaresi, quando al 72’ l’arbitro mostra il rosso diretto a Wolf; tuttavia, intervengono i VAR e la decisione viene convertita in una semplice ammonizione. L’Eintracht non vuole mollare e cerca di schiacciare gli avversari. Kevin-Prince Boateng ha una buona occasione, quando all’81’ calcia da fuori area di controbalzo, ma la conclusione termina alta. Di misura, vince ancora il Bayern.

Eintracht-Bayern Monaco 0-1

RB Lipsia – Mainz 2-2

29’ Kampl (L), 39’ Quaison (M), 45+4’ rig. Werner (L), 87’ Berggreen (M)

Con il Lipsia in campo non ci si annoia mai e la squadra di Hasenhuttl lo conferma anche stavolta. Tanti gol, nella sfida: aprono le danze i padroni di casa, che intorno alla mezzora trovano la prima rete con Kampl. Il pareggio arriva dieci minuti più tardi, con una vecchia conoscenza della Serie A. Sulla punizione calciata da Frei, Gulacsi fa un autentico miracolo, ma non più nulla su Quaison che si avventa sulla respinta. Sul finire di primo tempo, il Lipsia si riporta avanti, grazie al rigore trasformato da Timo Werner: conclusione non irresistibile ma Zentner si muove in anticipo e viene infilato per la seconda volta. Al rientro dagli spogliatoi, Hasenhuttl cambia due uomini, inserendo Bruma e Compper per Laimer e Ilsanker. La partita resta in controllo, il Mainz non mette in campo la decisione necessaria. I ritmi della gara si abbassano e proprio nel finale Berggreen gela la squadra di casa: il suo colpo di testa su calcio d’angolo è imparabile, all’87’ è 2-2. Il Lipsia però può recriminare pochi minuti dopo, per un fallo che sembra abbastanza netto su Werner, ma che nonostante il VAR non causa il calcio di rigore. All’ultimo secondo, il Mainz sfiora il colpaccio: il destro a volo di Latza, però, sfiora il palo.

Borussia Dortmund – Werder Brema 1-2

26’ Eggestein (W), 57’ Aubameyang (B), 65’ Gebre-Selassie (W)

Il Borussia Dortmund è alla ricerca di una vittoria che manca ormai da otto partite, tra campionato e coppe; l’ultima risale allo scorso 24 ottobre in coppa di lega. Il Werder Brema, invece, ha bisogno di punti per allontanarsi dalla zona retrocessione. Ed è la maggiore determinazione degli ospiti a fare la differenza nelle prime fasi della partita molto intense, nonostante la padronanza del gioco sia tutta dei gialloneri. L’azione offensiva si sposta da sinistra a destra, il pallone finisce ad Eggestein, che controlla e calcia a giro, dove per Burki è impossibile arrivare. La preoccupazione è concreta in Bosz, che all’intervallo decide di buttare dentro Schurrle e Yarmolenko. Il suo Borussia a trazione offensiva riesce a raggiungere il pareggio, grazie al solito Aubameyang, che al 57’ spinge in porta l’assist perfetto di Kagawa per l’1-1. Dovrebbe essere l’inizio di una rimonta, ma invece il Dortmund va sotto di nuovo: Gebre-Selassie è liberissimo in area, Kruse lo pesca benissimo e il ceco di testa riporta avanti i suoi. Al 72’ la clamorosa occasione per il Borussia, con Kagawa che a un paio di metri dalla porta (vuota) colpisce Aubameyang e la palla termina alta. Gli sforzi dei gialloneri alla ricerca del pareggio non producono i risultati sperati, il pubblico abbandona anzitempo il Signal Iduna Park: Borussia ancora sconfitto.

Amburgo – Wolfsburg 0-0

Partita povera di emozioni, che si conclude nell’unico modo possibile: uno sterile pareggio senza reti. L'Amburgo ci prova subito, con il calcio di punizione di Santos che deviato dalla barriera termina di poco alto. Il Wolfsburg riesce ad affacciarsi con pericolosità verso l'area avversaria, ma la scarsa precisione nell'ultimo passaggio non permette agli ospiti di impensierire Mathenia. Nessuna delle due squadre occupa bene il campo e la soluzione è spesso un lancio lungo che però non produce risultati concreti. Complice, ad ogni modo, l'ottimo lavoro delle due difese. Per la prima occasione bisogna aspettare il 31', quando Arp manda a vuoto Udokhai e cerca il palo lontano, senza trovarlo. Nella ripresa, l’Amburgo cerca di portarsi con più convinzione nella metà campo avversaria, ma senza mai arrivare a calciare verso la porta.

Tutto il meglio della Bundesliga

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

Dalla danza al salto: gli azzurri in gara oggi

Modena, una mostra celebra il mito di Enzo Ferrari

Gaperini al Club: "Il Borussia lo batto così"

Il bacio gay alle Olimpiadi: "Più di una medaglia"

Papadakis senza spallina, l'incidente è hot. FOTO

Bello o brutto? L’inno di Fergie divide l’America

Gabigol non si ferma più: terzo gol col Santos

Smontiamo la Red Bull: le foto della RB14

Lazio-Verona: tutte le quote

Ronaldo è tornato, eguagliato record Raul

Red Bull, i tori scalpitano dal 2005: tutte le F1

I PIU' VISTI DI OGGI
I PIU' VISTI DI OGGI