02 febbraio 2017

Egitto, è ancora finale: Burkina Faso ko ai rigori

print-icon
egi

L'Egitto conquista per l'ottava volta la finale di Coppa d'Africa. Battuto il Burkina Faso ai calci di rigore (LaPresse)

El Hadary uomo della storia: a 44 anni regala un'altra finale all'Egitto. Il Burkina Faso non è stato Burkina Fato: decisivi gli errori dal dischetto di Koffy e Bertrand Traorè. Ora la squadra di Cuper aspetta una tra Ghana e Camerun, in onda stasera in esclusiva su Fox Sports (canale 204) a partire dalle 20:00

La Coppa delle favole, delle sorprese, per una volta ha giocato l'asso più scontato, ma non senza stupire: in finale vola l'Egitto, ma il finale - di partita - è ancora tutto da raccontare.

Man of the match - Il Burkina Faso non è stato Burkina "Fato", il destino ha scelto i faraoni. Ad un passo dal sogno, dopo 120 minuti e il botta e risposta Salah-Bance, l'esperienza ha battuto la giovane incoscienza, i 44 anni di chi ne ha viste tante hanno pesato sul conto finale più dei 20 ingenui e spensierati: El Hadary uomo del match e uomo di tutto l'Egitto ha vinto la sfida con la rivelazione Koffi. Una distanza lunga 24 anni e 11 metri, nel momento in cui il ragazzo - avanti di un gol - si è presentato sul dischetto per il quarto rigore: errore clamoroso, che ha spianato la strada a El Hadary e al suo Egitto.

Verso l'ottavo trionfo - Con il successivo errore di Bertrand Traorè finiscono le speranze d'oro dei burkinabè, restano intatte quelle dei titolatissimi egiziani, imbattuti in Coppa d'Africa da 24 partite (febbraio 2004): domenica giocheranno per l'ottava stella e per confermare di essere infallibili. Su sette finali raggiunte, sono riusciti a non perderne mai una. La nuova dinastia dei faraoni proverà a rispettare le regola, ribaltando quella che vede sempre sconfitto il suo allenatore: per Hector Cuper, ex Valencia, Inter e Parma, sarà il giorno della verità. Per Camerun o Ghana sarà comunque una rivincita, dopo le finali perse rispettivamente nel 2008 e nel 2010. Questa volta, a festeggiare, vogliono essere loro.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky