18 novembre 2016

Zidane: "Il derby di Madrid non è un esame per me"

print-icon
zid

"E' solo un'altra partita di campionato". L'allenatore del Real cerca di allontanare la pressione per la sfida con l'Atletico, che arriva dopo gli impegni delle nazionali: "Pochi gorni per prepararla"

L'allenatore del Real Madrid, Zinedine Zidane, ha affermato che la partita di domani contro l'Atletico Madrid nella Liga spagnola sarà un bel test, riconoscendo che il suo rivale  "è migliore ogni anno". "Non è un esame per me. E' un'altra partita di campionato, è 50 a 50. Dobbiamo andare il massimo in ogni partita fino alla fine. Sarà una partita difficile, ma siamo abituati a partite difficili", ha detto allenatore francese in conferenza stampa. Zidane  ha detto che la sua squadra arriva "bene", anche se si è lamentato per i "pochi giorni" avuti per preparare la partita.

L'allenatore dei blancos ha confermato che il Real Madrid potrà contare anche sull'attaccante francese Karim Benzema che ha superato un  infortunio alla coscia, anche se non ha annunciato se sarà titolare.  "E' nella lista, è con noi, sta meglio, è felice. E' tra i convocati,  potrà iniziare a giocare con calma", ha detto Zidane, secondo il quale la presenza o l'assenza del francese non cambierà nulla sulla proposta di gioco.

"L'idea che abbiamo è una. Giochiamo come vogliamo. Sappiamo le difficoltà della sfida, perché abbiamo un ottimo avversario, ma non cambieremo. È possibile cambiare giocatori perché ci sono anche  giocatori che possono giocare, ma la nostra idea di gioco non  cambierà", ha aggiunto.

Il tecnico francese dovrà affrontare l'unica rivale che fino ad ora ha battuto il suo Real nel campionato spagnolo da quando Zidane è  l'allenatore. "Sappiamo che ci conosciamo molto bene e sarà molto  difficile per entrambi. E' una partita molto bella da giocare. Non sto pensando a quella della scorsa stagione. Penso a domani e cercheremo  di fare una buona partita e fare il massimo per vincere". 

LA LIGA 2016-2017

Tutti i siti Sky