03 dicembre 2016

Ramos gela il Camp Nou, al Barça non basta Suarez

print-icon

Nella 14esima giornata della Liga il Barcellona passa in vantaggio con l'uruguaiano al 53', ma il Real Madrid pareggia 1-1 al 90' con un colpo di testa dello spagnolo. La squadra di Zidane resta in testa a +6 dai blaugrana

BARCELLONA-REAL MADRID 1-1
53' Suarez (B), 90' Sergio Ramos (R)

Nella 14esima giornata della Liga il Barcellona spreca la grande occasione di vincere il Clasico e riaprire il campionato. I blaugrana passano in vantaggio al 53' con Suarez, ma Sergio Ramos pareggia al 90' con un colpo di testa su calcio di punizione. Il Real resta in testa a +6 dal Barcellona, al termine di un match come sempre paralizza un Paese intero. Tutta la Spagna assiste allo spettacolo tra due squadre, due città, due culture diverse. Allo stadio sono presenti 98mila spettatori. Il Real Madrid regge bene nel primo tempo e ha la migliore occasione con Cristiano Ronaldo, ma nella ripresa Suarez segna di testa sovrastando Varane. Sembrava il gol decisivo, ma Sergio Ramos è l’uomo degli ultimi minuti: è sempre lui a salvare il Real Madrid nelle situazioni peggiori.

Barcellona impaurito - Suarez si presenta alla sfida contro il Real Madrid con tanti occhi puntati addosso. Piovono critiche per l'uruguaiano che non segna da un mese con la maglia blaugrana. Nel primo tempo tutto il Barcellona sembra impaurito, preoccupato dalla possibilità di perdere e vedere quindi il Real scappare in testa a +9. Gli attacchi degli uomini di Luis Enrique sono confusi e il Real prova a ripartire in contropiede, con risultati non esaltanti. Il primo tempo termina così 0-0, uno dei meno spettacolari nella storia del Clasico.

L'innesto di Iniesta - Nella ripresa Luis Enrique azzecca la mossa che cambia la partita. Entra Iniesta e il Barcellona prende ritmo, prende vita dopo un primo tempo spento. La bandiera blaugrana suona la carica con la sua immensa classe, le sue giocate sono precise e impeccabili. Tutto il Barcellona risente dell'effetto positivo e al 53' trova il vantaggio. Neymar si procura un calcio di punizione subendo fallo da Varane. Lo stesso difensore francese viene sovrastato in area da Suarez, che segna il suo nono gol in campionato.

Errori decisivi - Il Barcellona sembra essersi liberato della paura di perdere e al 68' va vicinissimo al raddoppio. Neymar si beve Carvajal, entra in area e calcia alto dall'interno dell'area. Un gol troppo semplice per il brasiliano, così semplice da riuscire a sbagliarlo. Stesso discorso per Messi, che all'81' calcia fuori da ottima posizione dopo un assist magico di Iniesta. Due errori che si riveleranno decisivi.

Orgoglio Real - Il Real Madrid fatica a reagire. Ronaldo e Benzema non sono al meglio, Bale è assente per infortunio, Zidane potrebbe fare affidamento a James Rodriguez, ma il colombiano resta in panchina. Cristano ha una buona occasione di testa a due minuti dal termine, ma Jordi Alba salva sulla linea. Il Barcellona vede ormai la vittoria a un passo, ma l’uomo della provvidenza salva Zidane. Sergio Ramos, all’ultima occasione all’ultimo minuto, segna di testa su calcio di punizione e conquista un sorprendente pareggio per 1-1 al Camp Nou. A fine partita, durante la festa negli spogliatoi, Cristiano Ronaldo viene fotografato mentre posa come Brozovic, il centrocampista dell'Inter diventato celebre sui social network per la sua "Epic Brozo".

Nelle altre partite del pomeriggio, il Villarreal non va oltre lo 0-0 sul campo della Leganes. Risultato identico per l'Atletico Madrid contro l'Espanyol (guarda tutti i risultati della Liga)

LA LIGA 2016-2017

Tutti i siti Sky