02 marzo 2017

Guardiola: "Luis Enrique? Era perfetto per noi"

print-icon
lui

Pep Guardiola è dispiaciuto per l'addio di Luis Enrique al "suo" Barcellona (Getty)

Alla notizia dell'addio del suo grande amico alla panchina del Barcellona, l'allenatore del City spiega: "Da tifoso, mi dispiace molto. Da collega lo capisco"

L’amico Luis Enrique lascerà il "suo" Barcellona. Su quella panchina ha fatto la storia, per questo Pep Guardiola non poteva che rimanere colpito da questa scelta. Subito dopo la vittoria nel quinto turno di FA Cup (il replay contro l’Huddersfield Town), Pep ha rivelato ai giornalisti il suo pensiero: "Da tifoso sono molto triste, perché perderemo l’allenatore perfetto per il Barcellona, ce ne sono pochi migliori di lui. Per la sua personalità e il suo carattere. In questi tre anni ha espresso un calcio incredibile, con dei giocatori incredibili. Posso solo ringraziarlo per ciò che ha fatto per la mia squadra".

La solidarietà dell'allenatore - Dal punto di vista professionale, poi, c’è la solidarietà di un collega abituato alle pressioni. Luis Enrique infatti, ha motivato la sua decisione dicendo che il mestiere, come lo vive lui, lo porta a non staccare un attimo la spina. E a volte, occorre farlo. Lo stesso Guardiola si prese un anno di pausa prima di trasferirsi dal Barça al Bayern Monaco: "Da allenatore, lo capisco perfettamente. Quando sei alla guida del Barcellona devi prendere delle decisioni difficili e la sua squadra ha sempre reso al massimo negli ultimi 2-3 anni. Credo sia ancora il club più forte del mondo e mi spiace che lui non resti lì. Ma lo capisco, perché ci sono passato prima di lui. Gli auguro il meglio".
 

LA LIGA 2016-2017

Tutti i siti Sky