22 giugno 2017

Messi 30 e lode. Buon compleanno, Pulce

print-icon
Mes

Lionel Messi compie 30 anni e proprio il 30 è stato il suo primo numero al Barcellona

Il fuoriclasse argentino è nato a Rosario il 24 giugno 1987. Sono passati 13 anni dal suo esordio con la maglia del Barcellona e da quel giorno i gol sono più di 500. Ecco quelli più belli e più significativi che ha segnato con il club e con la nazionale 

Esattamente trent’anni fa, Jorge Messi e Cecilia Maria Cuccittini danno il benvenuto al loro terzogenito. Al bambino viene dato il nome del cantante preferito del papà: Lionel Ritchie. Il 24 giugno 1987 nasce dunque Lionel Andrés Messi il quale non farà il cantante come l’idolo paterno ma riuscirà quantomeno a pareggiare la fama e il successo della star americana. Oggi “la Pulce” è uno dei migliori calciatori della storia e dei trent’anni compiuti quasi la metà li ha passati ad incantare e segnare sui campi di calcio in tutto il mondo. Di gol ne ha fatti oltre 500 e alcuni sono davvero indimenticabili, ecco la top 10.

Barcellona-Albacete, la prima perla di Lionel

È il primo maggio 2005 quando Messi realizza la sua prima rete con il Barça dei grandi, si tratta del match contro l’Albacete in Liga. Lionel ha solo 17 anni, 10 mesi e 7 giorni, e diventa così anche il più giovane giocatore ad aver segnato in una gara di campionato per i blaugrana fino al 2007. L’assist è di un altro che con la palla ci sapeva decisamente fare e dal quale erediterà la numero 10 del Barcellona. Il primo gol di Messi porta anche la firma di Ronaldinho. 

Un marziano fra i Gunners

Questo gol fantastico Messi lo segna contro l’Arsenal durante i quarti di Finale di Champions League nel 2011. Si gioca al Camp Nou e il fuoriclasse argentino sblocca il match con un gol strepitoso su assist di Inesta. Il sombrero con cui supera Szczezny è di una bellezza disarmante. 

Punizione magica

Uno dei colpi che Messi ha migliorato in maniera esponenziale durante la sua carriera è il tiro da fermo. Oggi in pochi calciano le punizioni come lui e questo gol all'Atlético Madrido, per giunta contro un portiere come Courtois ne è la dimostrazione.

Povero Contini…

Ancora più bello quello realizzato al Zaragoza nel 2010 appena una settimana dopo quello del Camp Nou contro Valencia. In questo caso a farne le spese sono i difensori del Real Zaragoza, in particolare l’italiano Contini che probabilmente avrà sognato per giorni quel dribbling spaventoso del fuoriclasse di Rosario.

Por qué fai questi gol?

È uno dei gol più belli nella carriera in Champions di Leo Messi. Il palcoscenico è di quelli che contano e la partita non banale: la semifinale contro il Real Madrid del 2011 al Santiago Bernabéu. In tanti ricordano quel match per i “Por qué?” di Mourinho a fine partita in polemica con l'arbitro, ma ancora di più sono quelli che associano questa partita al “golazo” di Messi che chiude l’incontro.

Un golazo da “Re”

È la finale di Coppa del Re del 2015, al Camp Nou giocano Barcellona e Athletic di Bilbao. Al 20’ minuto Lio decide di sbloccarla a modo suo: parte da centrocampo, salta cinque avversari e batte il portiere. Una rete magnifica che sarà tra le tre nominate per il Puskas Award. 

Una Pulce in cielo per la Champions

Il colpo di testa per un ragazzo che non arriva all'1.70 non è certamente il punto di forza. Eppure. Messi ha segnato proprio così nella finale di Champions del 2009 a Roma contro il Manchester United. Un assist splendido di Xavi che l'argentino sfrutta al massimo per il 2-0 finale. Per Leo si tratta del primo (ma non dell'ultimo) gol in una finale di Champions League.

Magie “albicelesti”

Il gol di Messi al Brasile in un’amichevole del 2012 è probabilmente il più bello mai segnato con la maglia della sua nazionale. Contro i verdeoro, in realtà, non è mai un’amichevole e Messi decide di risolvere il match con una magia assoluta che vale il 4-3 definitivo.

Boateng al bar

Una dimostrazione di tecnica e velocità che termina con una vera e propria umiliazione per il povero Jerome Boateng. Una finta spaziale e il tedesco va per terra come se si fosse aperto il terreno sotto i suoi piedi. Questo gol di Messi nella semifinale di Champions del 2015 contro il Bayern Monaco è l’essenza del “diez” blaugrana. 

Lionel come Diego

Che Messi fosse un fuoriclasse s’era già capito dopo due tre partite, che avesse qualcosa di speciale lo dimostra con questo gol al Getafe nel 2007. Leo salta quasi tutta la squadra avversaria prima di dribblare anche il portiere e batterlo. Una rete che ricorda quella di Maradona al Mondiale del 1986 contro l’Inghilterra.

Una top 10 da aggiornare

Tra le centinaia di reti segnate, è praticamente impossibile fare una selezione senza lasciar fuori gol altrettanto belli o magari altri decisivi segnati nelle finali del Mondiale per Club o nei Clásicos contro il Real Madrid. Altrettanto vero è che Messi compie soltanto 30 anni e quindi questa collezione potrà essere rivista e aggiornata. Feliz cumpleaños Lionel!

LA LIGA 2016-2017

Tutti i siti Sky