16 agosto 2017

Real, ricorso respinto: confermate le 5 giornate di squalifica per CR7

print-icon
Cristiano Ronaldo, Real

Cristiano Ronaldo, Real (Getty)

Respinto il ricorso presentato dal Real Madrid: confermate le cinque giornate di squalifica (il ritorno di Supercoppa e le prime 4 giornate di Liga) per Cristiano Ronaldo. Il portoghese tornerà in campo il 20 settembre contro il Betis, intanto sui social media esterna tutta la sua rabbia

Niente da fare per Cristiano Ronaldo e il Real Madrid, con il club spagnolo che si dovrà rassegnare a rinunciare al talento portoghese per le prossime cinque partite (il ritorno di Supercoppa e le prime 4 giornate di Liga). Il 'Comite' de Competicion', l'organo disciplinare della Federcalcio spagnola, ha infatti respinto il ricorso del Real Madrid avverso la maxisqualifica a Cristiano Ronaldo, confermando le 5 giornate di stop decise dal giudice sportivo. A riportare l’indiscrezione è 'Sport', secondo cui la commissione d'Appello ha deciso di non ‘cancellare' il secondo giallo comminato a CR7 per la presunta simulazione in area (punibile con una giornata di squalifica), mentre ha confermato i quattro turni di stop per la spinta all'arbitro De Burgos Bengoetxea. Oltre alla sfida con il Barcellona di Supercoppa, Cristiano Ronaldo salterà dunque per squalifica le sfide di Liga contro Deportivo, Valencia, Levante e Real Sociedad: debutto rimandato al 20 settembre contro il Betis Siviglia, quando finalmente Zinedine Zidane potrà nuovamente affidarsi al fenomeno portoghese

L’episodio incriminato

Una squalifica di cinque turni per uno spintone all’arbitro durante la Supercoppa d’andata tra Barcellona e Real Madrid vinta dai blancos per 3-1: questo i motivo dello stop per CR7. Ronaldo, entrato al 58' al posto di Benzema, è stato espulso all'82' per doppia ammonizione. Il portoghese si era infatti tolto la maglietta dopo aver segnato il gol del momentaneo 2-1 rimediando un primo giallo per comportamento antisportivo. Dopo due minuti è stato ammonito una seconda volta per simulazione, dopo un contrasto con Umtiti. Prima di lasciare il campo e dirigersi verso gli spogliatoi ha dato una leggera spinta all'arbitro. Secondo il regolamento spagnolo questi tipi di atteggiamenti nei confronti degli arbitri, anche se non denotano un'attitudine violenta, sono punibili da un minimo di quattro a un massimo di 12 giornate di squalifica. Il giudice sportivo ha analizzato l'episodio e ha deciso di squalificare la stella del Real Madrid per cinque turni. Squalifica adesso confermata dopo che anche il ricorso del Real è stato respinto.

"Questa si chiama persecuzione"

Ronaldo ha usato i suoi profili social per rendere nota la sua posizione dopo la decisione di respingere il ricorso. Il portoghese ha pubblicato una foto dell'arbitro Burgos Bengoextea nel momento in cui gli mostra il cartellino rosso accompagnato da una didascalia pitoosto forte: "È impossibile rimanere impassibili di fronte a questa situazione, 5 giornate di squalifica!!! Mi sembra esagerato e ridicolo, questa si chiama persecuzione! Grazie ai miei compagni e ai tifosi per l'appoggio che mi hanno dimostrato!"

I PIU' VISTI DI OGGI