19 settembre 2017

Barcellona-Eibar 6-1, Messi è insaziabile. Gol e highlights

print-icon

Dopo la larga vittoria del Valencia per 5-0 sul Malaga con uno strepitoso Zaza (tripletta), tutto facile anche per il Barcellona: 6-1 all’Eibar, quattro gol di Messi e allungo in classifica su Siviglia, Real Sociedad e il Madrid di Zidane

LIGA, I RISULTATI E LA CLASSIFICA

BARCELLONA-EIBAR 6-1 

21' Messi (B), 38' Paulinho (B), 53' Denis Suarez (B), 57' Enrich (E), 59'  Messi (B), 62' Messi (B), 87' Messi (B)

Sei gol a uno. Il Barcellona archivia la pratica Eibar (senza troppo faticare) e allunga in classifica, in attesa delle altre squadre. Sono ora cinque i punti di distacco dal Siviglia seconda, sei dalla Real Sociedad e sette dal Real di Zidane, atteso domani dall’impegno Betis al Bernabeu con il ritorno di Cristiano Ronaldo.

Messi-Paulinho, già 2-0 nel primo tempo

Nonostante un risultato netto alla fine del match, la partita non era iniziata nel migliore dei modi per il Barça che subisce il grande pressing dell’Eibar capace (per lo meno all’inizio della gara) a dare fastidio alle manovre blaugrana. Ter Stegen si supera in due occasioni, prima al 4’ su Sergi Enrich (solo davanti al portiere tedesco) e poi al 10’ sul destro di Inui da dentro area. Le difficolta sono solo momentanee per i catalani che al 20’ ottengono un rigore per il contatto tra Galvez e Semedo, realizzato con freddezza da Messi (6° gol nella Liga Santander per lui). L'Eibar non riesce a reagire se non con un tiro di un vivace Inui su assist di Escalante al 28’, con la conclusione deviata in angolo da un attento Ter Stegen. Al 38’ il Barça raddoppia con Paulinho (tra i migliori per i catalani) che trafigge di testa un incolpevole Dmitrovic e replica il gol dello scorso sabato valso la vittoria al Barcellona sul campo del Getafe. Negli ultimi minuti l’Eibar cala e i blaugrana potrebbero approfittarne sempre con Paulinho, sempre da corner, a un minuto dal 45°.

Il Barcellona non si placa, Enrich firma il gol della bandiera

Fatti due gol, i blaugrana non si sono accontentati. Al Camp Nou hanno dovuto aspettare 'solo' otto minuti per il 3-0. Un velo a centrocampo di un ottimo Paulinho scatena il contropiede di Messi che dalla destra di accentra e tira, la conclusione, parata da Dmtrovic, arriva così sui piedi dell’ex Villareal Denis Suarez, che dalla sinistra trafigge il portiere serbo. I tifosi catalani si aspettano il 4-0 ma a sopresa, nel momento migliore dei catalani, l’Eibar accorcia al 59’ con Sergi Enrich su cross dalla trequarti di Juncà. I giocatori baschi ci credono, ma i minuti seguenti sono difficili. Messi si scatena, segna altre tre volte e si porta il pallone a casa: al 59' con un sinistro dal limite dell’area, tre minuti dopo quando l’argentino triangola con Paulinho e con la punta la mette in porta, e al minuto 87’ di piatto sinistro su assist di Alexis Vidal. L'Eibar si fa vedere nell'altra metà-campo solo con il palo di Ruben Pena che cerca in diagonale il palo più lontano dopo aver superato l’ex romanista Digne. Il Barça può sorridere per la classifica, per un gran Messi più in forma che mai, e per Paulinho, tra gli acquisti più azzeccati del mercativo estivo blaugrana

 

Super Zaza: tripletta al Levante, Valencia-Malaga 5-0

C’è molta Italia nella vittoria del Valencia sul Malaga nel primo anticipo della Liga Santander. Tripletta per Simone Zaza che si porta a casa il pallone e risponde con i gol alla scelta di Marcelino di tenerlo in panca nel derby dello scorso sabato contro il Levante. Panchina che aveva fatto infuriare la fidanzata di Zaza, Chiara Biasi, che aveva criticato Marcelino su Instagram. L’ex juventino segna al 55’ in allungo su assist di Solver, cinque minuti dopo di testa su cross di Montoya e al 63’ in anticipo su uscita di Roberto. Vantaggio iniziale di Santi Mina al 17’ e risultato chiuso da capitan Rodrigo a quattro minuti dal 90°. Il Malaga regge solo un tempo e crolla nella ripresa. Al "Mestalla" è dominio Valencia, finisce 5-0.  

I PIU' VISTI DI OGGI