07 ottobre 2017

Athletic Bilbao, parla Yeray: "Apprezzo di più le cose: bere e mangiare ora hanno un senso speciale"

print-icon

Colpito dal cancro per due volte, è riuscito a sconfiggerlo. Yeray Álvarez, difensore 22enne del club basco, parla del suo recupero e ringrazia tutti coloro che gli hanno mostrato vicinanza 

Ha ripreso ad allenarsi da poche settimane dopo aver sconfitto il cancro per due volte: la storia di Yeray Álvarez ha commosso e lasciato col fiato sospeso la Spagna. In un video diffuso dal web della società, il giovane calciatore parla per la prima volta del suo recupero dalla malattia e ringrazia tutti coloro che hanno mandato un messaggio di appoggio in questi mesi, sia personaggi del mondo del calcio che persone al di fuori. "Ora apprezzo anche quando bevo acqua senza che questa mi sembri strana e quando mangio qualunque cosa senza avere lo stimolo del vomito. A queste cose do un un valore in più", racconta il difensore che ha passato tre mesi di chemioterapia e ha superato per la seconda volta il periodo più brutto della sua vita: "Curare il cancro e poi sconfiggerlo è una notizia ottima".

Tanta solidarietà

Un ringraziamento particolare Yeray lo manda alla famiglia perché "è stata con me durante il trattamento" e alla ragazza che "mi è rimasta accanto per tutto il periodo". Non è mancato neanche l'affetto né degli amici di Yeray né dei non conoscenti che "si sono scomodati ad inviarmi un messaggio su whatsapp, hanno chiesto il mio numero e lo apprezzo. Sebbene loro credano che non legga i messaggi, io lo faccio - assicura - anche se non posso rispondere a tutti". All'appello non mancano neanche il presidente dell'Athletic, Josu Urrutia, e i compagni di squadra, tutti "preoccupati delle mie condizioni".

I compagni sono sempre stati al suo fianco...

Gli effetti della chemio ancora da smaltire

A punto di ricevere il nulla osta sanitario che lo farebbe tornare presto sui campi, il giocatore ha incominciato ad aumentare piano-piano il carico di lavoro, nonostante gli effetti della chemiotepia si facciano sentire: "Sento la stanchezza perché la chemio non se ne è andata completamente dal corpo. Sta tardando ad andarsene ma poco a poco la situazione va migliorando". Infine, Yeray è diventato anche una sorta di testimonial sulla lotta alla malattia, incoraggiando molti giovani a non smettere di combatterla: "Ho conosciuto molte persone che si trovano nella stessa situazione che ho vissuto, che sono in attesa di cure, e a loro desidero il meglio".

Yeray está a punto de recibir el alta médica y poco a poco va añadiendo carga de trabajo en Lezama. Aunque los efectos del tratamiento aún se dejan notar. "Noto el cansancio porque la 'quimio' no se me ha ido del cuerpo. Tarda su tiempo en irse y de momento estoy con Xabi Clemente y poco a poco lo voy llevando bastante bien», explica.
Yeray está a punto de recibir el alta médica y poco a poco va añadiendo carga de trabajo en Lezama. Aunque los efectos del tratamiento aún se dejan notar. "Noto el cansancio porque la 'quimio' no se me ha ido del cuerpo. Tarda su tiempo en irse y de momento estoy con Xabi Clemente y poco a poco lo voy llevando bastante bien», explica.

I PIU' VISTI DI OGGI