17 ottobre 2017

Dopo Messi e CR7 anche Marcelo nel mirino del fisco spagnolo: presunta evasione di 500mila euro

print-icon
Marcelo, difensore del Real e del Brasile (Getty)

Marcelo, difensore del Real e del Brasile (Getty)

Un nuovo caso evasione in Liga. Come riferito da "Marca", il fisco spagnolo ha denunciato il terzino sinistro del Real Madrid e del Brasile. Il calciatore nel 2013 avrebbe creato una struttura finanziaria per nascondere i redditi derivanti dai suoi diritti d'immagine

Il fisco spagnolo continua la sua battaglia contro l'evasione fiscale: dopo Messi e Cristiano Ronaldo, questa volta è il turno di Marcelo. Il terzino brasiliano è stato denunciato per una presunta evasione di mezzo milione di euro (la cifra esatta è 490.917,70 euro) che, come riporta 'Marca', risale al 2013 ed è legata ai diritti di immagine del difensore del Real Madrid. L'ufficio del Procuratore provinciale di Madrid accusa il brasiliano di aver creato una struttura finanziaria al fine di nascondere con una manovra illecita i redditi derivanti dallo sfruttamento dei suoi diritti di immagine. Secondo l'ufficio del pubblico ministero, tra il 2007 e il 2012 è stato applicato al calciatore dei Blancos il regime fiscale speciale per i lavoratori stranieri che risiedono in Spagna, questa la ragione per cui Marcelo sarebbe stato obbligato a tassare tutte le forme di reddito ottenute in Spagna. Il caso del brasiliano non è certo il primo, impossibile dimenticare la vicenda che ha coinvolto Cristiano Ronaldo quest'estate. Il portoghese ha deciso di non patteggiare e di andare fino in fondo nel processo dove deve difendersi dall'accusa del mancato versamento di 14,7 milioni di euro tra 2011 e 2014 al fisco spagnolo, una vicenda risalente a questa estate e che aveva messo in dubbio anche la permanenza di CR7 al Real. Ronaldo proprio in questi giorni si prepara a difendersi, i suoi avvocati infatti hanno definito 'senza fondamento' le accuse a suo carico. Intanto, nell'ultima giornata di campionato il fenomeno portoghese ha interrotto il digiuno di gol nella Liga 2017-2018 e deciso la sfida contro il Getafe.

Il precedente di Messi

Anche il fuoriclasse del Barcellona Messi era stato condannato a 21 mesi di carcere per aver sottratto al fisco una cifra di 4,1 milioni relativi ai diritti d'immagine delle stagioni 2007, 2008 e 2009, una pena poi convertita nel giugno 2017 in una multa di 455 mila euro per l'argentino e in una di 180 mila euro per il padre Jorge Horacio. 

Tutti i video della Liga 2017-2018

I PIU' VISTI DI OGGI