19 novembre 2017

Espanyol-Valencia 0-2, gol e highlights: Kondogbia, rete e non solo. Marcelino resta 2° in Liga

print-icon
kon

Ottava vittoria consecutiva per la squadra di Marcelino che rimane in seconda posizione a quattro punti di distanza dal Barcellona. Con Zaza in panchina dopo la notizia di un problema al menisco, a sbloccare la partita è stato Kondogbia. Santi Mina ha fissato il risultato sul 2-0

ESPANYOL-VALENCIA 0-2

67' Kondogbia, 83' Santi Mina

Mai nella sua storia il Valencia era riuscito a fare otto vittorie consecutive, nemmeno quando aveva vinto la Liga nel 2001-2002 e nel 2003-2004. Era la squadra di Rafa Benitez, in porta c’era un giocatore come Canizares e a centrocampo atleti del calibro di Baraja, Vicente e Albelda, una rosa che nella città spagnola viene ricordata come una delle migliori di tutti i tempi. Ma questo Valencia, targato Marcelino García Toral, ha polverizzato il record di successi di fila di Benitez (fermo a sei) ed è secondo in campionato, solo perché davanti c'è il Barcellona di Lionel Messi, distante quattro punti. Con Zaza seduto in panchina dopo la notizia dell'infortunio al menisco, artefice della vittoria sull'Espanyol (2-0 fuori casa), è stato Kondogbia. Il centrocampista francese in dieci partite ha segnato già tre gol, mai così tanti per un giocatore che di media in sei anni ha siglato solo una rete a stagione. A chiudere la partita poi ci ha pensato Santi Mina.

Zaza out: spazio a Santi Mina

Marcelino opta per un rimpasto in attacco dando spazio a Santi Mina accanto all'inamovibile Rodrigo: cambiano gli interpreti ma non il modulo (4-4-2), anche se il Valencia nella prima frazione di gioco fatica a impensierire Lopez e si deve affidare addirittura alle conclusioni dei suoi difensori a cominciare da Murillo e Montoya. A uscire fuori è infatti l'Espanyol con David Lopez e Jose Jurado, entrato al posto dell'infortunato Leo Baptistao. I catalani incalzano gli ospiti e arrivano vicino al gol con Sergio Garcia e con Gerard Moreno, che al 36' prende il palo.

Kondogbia la sblocca

Dopo un primo tempo in cui il Valencia non ha espresso il suo miglior gioco, nella ripresa gli ospiti non sono sembrati in grado di poter impensierire l'avversario, ma l'Espanyol ha continuato a sprecare: al termine della partita saranno undici i tiri dei catalani, di cui cinque nello specchio della porta. A cambiare la gara è stato l'infortunio a Murillo costretto a lasciare il campo per Garay. L'episodio scuote gli ospiti che al 67’ passano in vantaggio con Kondogbia. All'83' il raddoppio di Santi Mina. Nonostante non si sia visto il miglior Valencia della stagione la squadra di Marcelino è riuscita a portare a casa i tre punti contro un Espanyol che è parso superiore per lunghi tratti della partita. Invece per la formazione di Quique Flores è la seconda sconfitta consecutiva.

Tutti i video della Liga spagnola

ATHLETIC BILBAO-VILLAREAL 1-1

28' Trigueros (V), 77' Aduriz (B)

Il Villareal viene bloccato sul 1-1 dall'Athletic Bilbao. Un'occasione persa per la squadra di Calleja che ha passato più di 45 minuti in vantaggio, ma la rete al 28' di Trigueros non è bastata a portare a casa i tre punti. L'Athletic ha dominato per gran parte dell'incontro arrivando alla conclusione per 12 volte a fronte dei sei tiri degli avversari e dopo il gol del bomber Aduriz ha provato a vincere la partita, mentre il Villareal si è limitato ad agire in contropiede. Per gli ospiti si tratta comunque del sesto risultato utile di fila (4 vittorie e 2 pareggi), anche se la terza posizione è ormai lontana. Infatti con 23 punti il Villareal è stato sorpassato in campionato da Atletico e Real Madrid fermi a 24. Al San Mames il Bilbao ha sfoderato le unghie per risollevare una situazione molto critica: con 12 punti la squadra di Ziganda ha cinque lunghezze di vantaggio dalla zona retrocessione e arrivava da tre sconfitte consecutive.

LAS PALMAS-LEVANTE 0-2

71' Doukoure, 79' Jason

Terza vittoria in campionato per il Levante che vince 2-0 contro l'ultima della classe, il Las Palmas. È il quarto risultato utile in cinque partite per la formazione di Muniz che dopo tre pareggi aveva perso in casa contro il Girona. I tre punti ottenuti danno morale alla squadra che ha saputo approfittare delle occasioni concesse dagli avversari. I gol sono arrivati tutti nella ripresa a opera di Doukoure e Jason rispettivamente al 71' e al 79'. Pur avendo avuto il 57 % di possesso palla e prodotto nove conclusioni, di cui cinque nello specchio della porta, il Las Palmas non è riuscito a segnare. La squadra di Ayestaran ha siglato solo 8 reti in campionato, ma preoccupa ancora di più la difesa: con 30 gol subiti è la peggiore della Liga.

MALAGA-DEPORTIVO LA CORUNA 3-2

15' Rosales (M), 23' Lucas Perez (D), 52' Schar (D), 63' Chory Castro (M), 84' Borja Baston (M)  

Importante vittoria in ottica salvezza per il Malaga che passa 3-2 in casa contro il Deportivo la Coruna. Dopo essere andata in vantaggio con Rosales gli andalusi si sono fatti rimontare dagli avversari grazie alle reti di Perez al 23' e Schar al 52'. La squadra di Michel non si è data per vinta e ha pareggiato con Castro al 63' per poi vincere la partita grazie il gol di Baston. Questa è la seconda vittoria in campionato per il Malaga dopo la prima arrivata per 2-1 contro il Celta Vigo solo il 29 ottobre.

I PIU' VISTI DI OGGI