12 gennaio 2018

Football Leaks: Messi nel mirino del Fisco spagnolo per la Fondazione

print-icon
mes

Nuove rivelazioni dall'inchiesta "Football Leaks": secondo alcuni documenti pubblicati dalle testate del Consorzio giornalistico (Eic), il fuoriclasse argentino sarebbe nuovamente finito nel mirino del Fisco spagnolo a causa della sua Fondazione benefica. In Francia la rivelazione del portale Mediapart sull'ultimo rinnovo di contratto: "Potrà guadagnare più di 100 milioni di euro l'anno"

FRODE FISCALE, IL PROCESSO A MESSI

MESSI, PENA COMMUTATA IN AMMENDA

Tra il 2010 e il 2013, il Barcellona avrebbe versato almeno 6,5 milioni di euro a favore della Fondazione Leo Messi, l’ente benefico gestito da Jorge Messi, il padre del fuoriclasse del Barça che amministra le finanze del giocatore. Il denaro avrebbe goduto di un doppio sconto fiscale: il Barça "ha potuto dedurre in parte i versamenti evitando di pagare le tasse su queste somme, e la fondazione, in quanto ente senza scopo di lucro, avrebbe sborsato imposte ridotte al minimo sui propri introiti”. E’ quanto rivelerebbero alcuni documenti ottenuti dal settimanale tedesco Der Spiegel e condivisi con il consorzio giornalistico Eic (European Intestigastive Collaborations), di cui partner per l’Italia è l’Espresso. Il settimanale ha pubblicato un’anticipazione dell’inchiesta che sarà pubblicata sul cartaceo. La vicenda ha fatto il giro dei siti nel mondo in pochi minuti.

La polizia tributaria spagnola, rivelano ancora Der Spiegel in Germania, El Mundo in Spagna e l’Espresso in Italia, starebbe indagando sulle attività dell’organismo benefico poiché l’ente, con sede nel capoluogo catalano, avrebbe impiegato solo una parte dei suoi introiti per aiutare i poveri. Nel mese di maggio dello scorso anno, Messi era stato condannato in Spagna per evasione fiscale a 21 mesi di carcere, poi commutati in una cospicua ammenda (455 mila euro). Secondo l’accusa, ha rivelato ancora il consorzio, i pagamenti del club catalano non sarebbero altro che un "compenso supplementare destinato a Messi". Emergerebbe inoltre dai documenti esaminati dal consorzio giornalistico Eic, che il Barcellona avrebbe offerto al fuoriclasse il denaro per mettersi in regola con il fisco. Nelle prossime settimane si capirà se un accordo potrà evitare nuove conseguenze su questa vicenda.

 


 

Mediapart: "Ecco quanto guadagna Messi"

Secondo gli stessi documenti, rivela il portale francese Mediapart, l’ultimo rinnovo della Pulce col Barcellona avrebbe distrutto ogni record: l'argentino si sarebbe assicurato un ingaggio di 71 milioni di euro lordi a stagione (compreso il 15% dei diritti d’immagine) oltre a un bonus alla firma da 63,5 milioni di euro e un premio fedeltà. A questo sarebbe da aggiungere una serie di bonus che potrebbero portare il compenso di Messi ben oltre i 100 milioni in un anno.

L’altro retroscena sul Real

Insieme a queste rivelazioni, c’è un retroscena passato. Nel 2013, uno degli avvocati del giocatore (Inigo Suarez) avrebbe scritto una lettera al padre del giocatore Jorge comunicandogli che il Real Madrid era pronto a pagare la clausola di rescissione di 250 milioni di euro. Ma il quotidiano madrileno Marca, molto vicina alle questioni Real, riporta una smentita dei dirigenti Blancos.

Liga, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

Tour Down Under: Viviani c’è, Sagan a secco

Lopez: "L'Inter un sogno. Samuel il mio modello"

Giggs, l'attacco dal padre: "Mi vergogno di lui"

Il calcio fa "crac": 146 non iscritte in 15 anni

Bernardeschi: "Non ho mai avuto dubbi sulla Juve"

Vicenza fallito: avanti con esercizio provvisorio

Dinho saluta: "Lascio il mio sogno più grande"

Esclusiva Samuel: "Icardi come Batistuta"

Icardi-Rafinha story: dal Barça Juvenil ai social

Marta Bassino: "Il mio sogno olimpico"

Molestie e botte, due giocatori del Boca nei guai

I PIU' VISTI DI OGGI
I PIU' VISTI DI OGGI