Caricamento in corso...
15 ottobre 2016

Conte, lezione a Ranieri. L'Arsenal raggiunge Pep

print-icon
con

Il Chelsea di Conte batte 3-0 il Leicester di Claudio Ranieri (foto getty)

L'ottava giornata della Permier League si apre con il derby italiano, dominato dall'ex ct della Nazionale italiana. Il Leicester affonda sotto i colpi di Diego Costa, Hazard e Moses. L'Everton rallenta la corsa del City. I Gunners battono lo Swansea, il Tottenham pareggia con West Bromwich

Il derby italiano tra Antonio Conte e Claudio Ranieri, che apre l’ottava giornata della Premier League, è un match a senso unico. L’ex ct della Nazionale italiana risponde alle voci che lo vogliono vicino all’esonero con una grande vittoria: il Chelsea stende 3-0 il Leicester e si rilancia per le prime posizioni in classifica. Un risultato che poteva essere ben più largo, se non fosse stato per le parate di Schmeichel e per l’incrocio dei pali colpito da David Luiz su punizione.

Conte contro Ranieri - Il comportamento dei due allenatori in panchina rispecchia l’atteggiamento delle rispettive squadre. Il Chelsea parte subito forte, aggredisce ogni pallone e dimostra di avere una grande fame di vittoria. Il Leicester attende troppo l’avversario, fatica a ripartire e dà l'impressione di non avere la stessa cattiveria messa in campo nella passata stagione. L’approccio diverso alla gara porta inevitabilmente al vantaggio dei blues dopo appena 7 minuti. Ancora una volta il Leicester è disattento sui calci piazzati, la difesa di Ranieri si perde Diego Costa su calcio d’angolo e lo spagnolo porta in vantaggio il Chelsea. I campioni in carica della Premier non reagiscono, anzi, rischiano di subire il secondo gol con David Luiz: il brasiliano colpisce l’incrocio dei pali al 27’ su punizione. È il preludio al raddoppio, che arriva al 33’: nuovo errore della difesa del Leicester, Pedro si inventa un assist da terra per Hazard, che vola verso la porta, salta Schmeichel e deposita in rete il gol del 2-0 tra gli applausi di Stamford Bridge (Abramovic incluso).

Schmeichel super - L’inizio del secondo tempo è caratterizzato da una timida reazione d’orgoglio del Leicester, ma l’assalto dura poco. Il Chelsea ritorna all’attacco e sfiora per tre volte il gol del ko, evitato solo dalle parate strepitose di Schmeichel. Ma il portiere danese non può nulla all’80’, quando viene superato dal tiro preciso di Moses dopo un assist stupendo di Chalobah. Il Chelsea vince 3-0 e Conte dimostra di non avere alcuna intenzione di mollare la panchina dei blues. Per Ranieri arriva una sconfitta che porta inevitabilmente a fare confronti con una squadra che fino a qualche mese fa diventava campione d’Inghilterra giocando a viso aperto sui campi di tutte le pretendenti al titolo.

E nel pomeriggio arriva anche il primo pareggio in campionato del Manchester City. Dopo la sconfitta contro il Tottenham la squadra di Guardiola, pur dominando, rischia di perderla con l'Everton che, nella ripresa, si porta in vantaggio grazie a un micidiale contropiede di Lukaku. Aguero sbaglia il rigore del pari, 1-1 che arriva dopo qualche minuto con Nolito. Stekelenburg, portiere dei Toffees, diventa protagonista nel finale e salva la porta dell'Everton. Il City viene raggiunto al primo posto in classifica dall'Arsenal che vince, non senza faticare, a Emirates con lo Swansea 3-2. Una vittoria in trasferta contro il WBA avrebbe regalato la leadership al Tottenham ma la squadra di Pochettino non è andata oltre l'1-1. Punti preziosi per lo Stoke che in uno degli scontri diretti di bassa classifica trova la vittoria sul Sunderland con la doppietta di Allen. Sale in classifica il Bournemouth che demolisce l'Hull City 6-1. In serata importante vittoria del West Ham che nell'ennesimo derby di Londra batte il Crystal Palace 2-1 e si risolleva in classifica.

PREMIER LEAGUE - I GOL

Tutti i siti Sky