Caricamento in corso...
18 dicembre 2016

Chelsea, un anno dopo Mou: Conte è un'altra storia

print-icon
mou

Il 17 dicembre del 2015 il portoghese e i Blues annunciavano la risoluzione consensuale del contratto. Un anno dopo i londinesi, allenati dall'ex ct azzurro, sono prepotentemente in testa alla classifica di Premier. Cosa è cambiato da allora? E' la fine del Mourinhismo e l'inizio del Contismo? Ecco cosa dicono i numeri

Noi italiani siamo fatti così. Capaci di critiche feroci e pianti sterminati sulle cose di casa nostra, ma altrettanto bravi nell'esaltare il prodotto locale impiantato all'estero. Soprattutto quando il prodotto è di successo. Il calcio ne è l'esempio più evidente. Pensate ad Antonio Conte, che ai tempi della panchina della Juventus godeva delle simpatie dei soli tifosi bianconeri e che invece oggi al Chelsea, ancor più che durante l'eperienza con la Nazionale, è diventato uno dei simboli dell'Italia che funziona oltre i propri confini. 

Mister record - Primo in classifica con il Blues (guarda la classifica), Conte nella sua stagione d'esordio in Premier è già nella storia del calcio inglese: è l'unico allenatore ad aver ottenuto 14 vittorie nelle sue prime 17 partite di campionato; lasciandosi tra l'altro alle spalle colleghi "bravini" come Ancelotti, Hiddink e Mourinho. Meglio delle parole lo raccontano i numeri della tabella successiva, che prende in considerazione tutti i manager che hanno ottenuto più di 10 vittorie nello stesso periodo.

PREMIER MANAGER SQUADRA PARTITE VITTORIE
17 Dic 2016 Antonio Conte Chelsea 17 14
16 Dic 2009
Carlo Ancelotti Chelsea 17 13
19 Set 2008
John Gregory Aston Villa 17 13
19 Gen 2008 Avram Grant Chelsea 17 12
13 Gen 2016 Guus Hiddink Chelsea 17 12
12 Dic 2004 José Mourinho Chelsea 17 12
14 Dic 2008 Felipe Scolari Chelsea 17 11
21 Dic 2013 Manuel Pellegrini Man City 17 11
28 Nov 1992 Miki Walker Norwich City 17 11
22 Dic 2011 Andre Villas-Boas Chelsea 17 10
17 Apr 2010 Roberto Mancini Man City 17 10
15 Dic 2007 Sven-Goran Eriksson Man City 17 10
7 Apr 2014 Tim Sherwood Tottenham 17 10


Il Chelsea un anno dopo Mou 
MourinhismoGuardiolismoCholismo. In questi anni ci si è scatenati nel creare neologismi e nel mettere a confronto quelle che, più o meno a ragione, sono state considerate le migliori scuole di pensiero calcistiche del nuovo millennio. Eppure dal 17 dicembre 2015, esattamente un anno fa, qualcosa è cambiato. Dopo una partenza negativa in Premier League, con la squadra 16^ in altrettante partite di campionato, Mourinho e il Chelsea annunciarono la rescissione consensuale del contratto. Una formula per rendere più soft la delusione a seguito del 12° ko stagionale, l'ultimo tre giorni prima dell'addio e contro il Leicester. Tramonto del Mourinhismo? L'attuale stagione con lo United appare come una sentenza che va in questa direzione: 6° posto a distanza siderale dalla prima in classifica (-13 pt). Davvero maluccio in quella che doveva essere la stagione del rilancio per i Red Devils.

Il Chelsea da Mou a Conte: le differenze - Le ha snocciolate con semplicità e chiarezza Thibaut Courtois. "Conte lavora molto sulla tattica. Dopo di lui ci sono Simeone, Mourinho e, infine, Marc Wilmots. Mourinho punta più sull'emotività", ha detto il porteire belga del Chelsea in un'intervista a La Tribunemettendo a confronto tutti gli allenatori con cui ha lavorato negli ultimi anni.

Le scelte tattiche - Le parole di Courtois trovano conferma nei mutamenti tattici che Conte ha adottato dall'inizio della stagione. Prima la partenza con il 4-3-3 e tre vittorie consecutive, poi un trillo d'allarme a seguito del pareggio con lo Swansea e la sconfitta con il Liverpool. "Abbiamo giocato male e la stessa cosa è successa con l'Arsenal - racconta ancora Courtois -. E allora Conte ha detto 'Facciamo dei cambiamenti' ”. Quesi cambiamenti coincidono con una netta virata sul 3-4-3 capace di portare subito ai successi con Leicester, Manchester United (e quindi Mourinho...), Southampton e in particolare contro l’Everton (5-0). Crescita del gioco di squadra direttamente proporizionale a quello dei singoli. Forse il ruolo dell'allenatore "parafulmine" alla Mou ha lasciato il posto a un'altra scuola di pensiero. Vecchia o nuova, fate voi. E se volete, chiamatela Contismo.  


Di seguito tutti gli allenatori che hanno vinto almeno 11 partite di fila in Premier League.

ULTIMA VITTORIA SQUADRA STRISCE VITTORIE MANAGER
18 Ago 2002 Arsenal 14 Arsene Wenger
20 Ago 2000 Man United 12 Alex Ferguson
20 Apr 2014 Liverpool 11 Brendan Rogers
12 Set 2015 Man City 11 Manuel Pellegrini
4 marzo 2009 Man United 11 Alex Ferguson
- Chelsea 11 Antonio Conte

PREMIER LEAGUE - I GOL

Tutti i siti Sky