26 dicembre 2016

Boxing Day, festa del gol: tutte le partite

print-icon
con

La Premier non si ferma e scende in campo nel giorno di festa: apre il Watford di Mazzarri contro il Crystal Palace appena affidato all'ex-Ct Allardyce. In United-Sunderland sfida tra "bomber di Santo Stefano", Conte ospita il Bournemouth e cerca la vittoria numero 12

Una curiosa ricerca del 'Telegraph' ha permesso di stilare la classifica dei giocatori capaci di segnare più gol nel “Boxing Day”, il tradizionale giorno di festa in cui la Premier scende in campo. Re dei bomber di Santo Stefano è risultato Robbie Fowler, con 9 gol in 10 partite: 2 con la maglia del City, 3 con quella del Liverpool, 4 con il Leeds, dove ancora ricordano la sua tripletta al Bolton nel 3-0 del Boxing Day 2001.

Top of the box - Completano il podio Robbie Keane e Alan Shearer (appaiati a 8 gol) e Thierry Henry (7 gol in 7 partite, tutte con l’Arsenal, con il picco della tripletta al Leicester nel 6-1 del 2000). Tra i giocatori presenti nella top 5, l’unico con qualche chance di rimpinguare il proprio bottino (semplicemente per il fatto che è l’unico ancora in attività) è Jermain Defoe, a quota 6. Il suo Sunderland se la vedrà con lo United di Rooney, uomo da 4 gol in carriera nel giorno di festa. Uno di questi, guarda caso, proprio al Sunderland, nel Boxing Day del 2007.

Pomeriggio di gol - Manchester United-Sunderland è una delle sei partite delle 16, che grazie a Diretta Gol Premier League (ore 16, Sky Sport 1 HD) sarà possibile seguire saltando da un campo all’altro per vivere live tutte le emozioni senza perdersi neanche un gol: oltre al già citato United, giocano infatti contemporaneamente il Chelsea di Conte (in casa contro il Bournemouth), l’Arsenal (che ospita il West Brom) e il Leicester (con l’Everton). Completano il quadro Burnley-Middlesbrough e Swansea-West Ham.

1-0 Chelsea? - Conte, capace di infilare 11 vittorie di fila (record del club) ora punterà sicuramente al primato della Premier, le 14 dell’Arsenal: viene da tre 1-0 di fila, risultato che ha i suoi pro e i suoi contro. Pro: la difesa aggiustata dagli accorgimenti di Conte è diventata quasi impenetrabile (l’ultimo gol subìto, quattro giornate fa, è stato un autogol). Contro: quando vinci “solo” 1-0 e tendi a non chiudere le partite, il rischio della beffa è sempre dietro l’angolo. Statistiche alla mano, però, Conte può solo sorridere: la sua è una marcia da titolo.

A caccia di Conte - Con il risultato del Chelsea in archivio potremo spostare la nostra attenzione sulle inseguitrici. Il Manchester City, che si è preso il terzo posto vincendo lo scontro diretto con l’Arsenal (ricacciato a 9 punti dalla vetta) va in casa dell’Hull City – ultimo e con il peggior attacco della Premier, 2 punti nelle ultime 6 giornate – alle 18.15 (diretta su Sky Sport 1 HD); martedì 27, invece, sarà la volta del Liverpool (contro lo Stoke City, ore 18.15, diretta su Sky Sport 3 HD). Chiude il programma della giornata, mercoledì 28, Southampton-Tottenham (ore 20.45, diretta su Sky Sport 1 HD)

Panettone is on the table - A inaugurare il Boxing Day sarà però Mazzarri, all’ora di pranzo. Il suo Watford ospita il Crystal Palace in crisi di risultati (ore 13, diretta su Sky Sport 1 HD) e appena affidato ad Allardyce, Ct dell'Inghilterra per 67 giorni, prima dello scandalo che fece saltare la sua panchina. A Pardew sono stati fatali non tanto i recenti ko contro Mourinho e Conte, quanto le follie delle giornate precedenti, vedi sconfitta per 3-2 al 94° a Burnley, 5-4 a Swansea con squadra in vantaggio 3-4 al 90°, 3-3 acciuffato allo scadere contro l’Hull City. La “maledizione” della FA Cup ha colpito ancora: 4 degli ultimi 5 allenatori sconfitti nella finale dell’anno precedente (e Pardew perse la scorsa edizione in finale con lo United), nella stagione seguente non sono arrivati al Boxing Day. O, come diremmo in Italia, non hanno mangiato the panetton.

PREMIER LEAGUE - I GOL

Tutti i siti Sky