02 gennaio 2017

Premier senza sosta: Reds e City, aspettando Conte

print-icon
liv

Il campionato inglese non si ferma mai: dopo lo scontro diretto che ha eletto il Liverpool "anti-Chelsea", le squadre di Klopp e Guardiola di nuovo in campo contro Sunderland e Burnley. Apre la giornata il Leicester, mercoledì gran finale con Tottenham-Chelsea

Non abbiamo ancora finito di vedere i replay del gol di Giroud che la Premier già si proietta sulla ventesima giornata. Un ritmo forsennato, che di certo non può infastidire chi in questi giorni ha tutto il tempo per mettersi sul divano a gustarsi il campionato più bello del mondo.

Per chi poi vorrebbe essere contemporaneamente su tutti i campi su cui si gioca, ecco che torna in soccorso “Diretta Gol Premier League”, con cui a partire dalle 16 (su Sky Sport 1 HD) sarà possibile seguire City-Burnley, Sunderland-Liverpool, Everton-Southampton e West Brom-Hull City. Le prime due gare in particolare ci daranno un’idea delle conseguenze che il gol di Wijnaldum (che ha deciso Liverpool-City) ha avuto su Reds e Spurs. La squadra di Klopp, eletta dal verdetto unica vera credibile “anti-Chelsea” (almeno finora), arriva euforica al match con un Sunderland che ha perso 4 delle ultime 5 gare, incassando 7 gol nelle ultime 2. Numeri che dovrebbero fare il solletico al miglior attacco della Premier.

Guardiola e i suoi, invece, sprofondati al quinto posto e ormai quasi raggiunti anche dai cugini dello United (Mourinho, che qualche mese fa sembrava lontanissimo, adesso è solo a 3 punti…) sono chiamati a risollevarsi proprio contro la squadra che nell’ultimo turno ha asfaltato il Sunderland. Pep, intanto, ha iniziato ad allentare la pressione sull’ambiente abbassando l’asticella: in questo momento il City non lotta per grandi traguardi, le parole di Guardiola. Possiamo credergli?

Ad aprire la giornata sarà però Claudio Ranieri. Middlesbrough-Leicester (ore 13.30, diretta su Sky Sport 1 HD) è sfida di medio-bassa classifica che conta parecchio per entrambe. Separate da 2 punti (Leicester 20, Boro 18) e appena sopra la zona rossa, chi vince prende punti preziosi per staccarsi ulteriormente, ma soprattutto lo fa usando come trampolino una diretta avversaria, ricacciata nella melma. Il Middlesbrough, dopo il 2-2 proprio contro le Foxes della 13.a giornata, ha messo insieme 4 sconfitte e appena 2 vittorie, contro le ultime due in classifica. Troppo poco per sentirsi al sicuro.

Ranieri invece, tornato alla vittoria contro il West Ham, deve dare continuità alla sua corsa fin qui troppo altalenante (picchi esaltanti e cadute disastrose). A proposito di continuità: alle 18.15 tocca a Mourinho (West Ham-Manchester United, diretta su Sky Sport 1 HD), che in Premier non perde dalla lezione che gli diede Conte (23 ottobre, 10 partite in tutto) e vince da 5 partite di fila.

Martedì 3 la Premier va in scena di sera con Bournemouth-Arsenal (ore 20.45, diretta su Sky Sport 3 HD), con lo scontro salvezza tra Crystal Palace e Swansea, e il Watford di Mazzarri che fa visita allo Stoke City. Tutti comodi per il gran finale, mercoledì 4 gennaio alle 21, con Tottenham-Chelsea (diretta su Sky Sport 1 HD). La gara che nella scorsa stagione diede il titolo a Ranieri e che all’andata certificò la forza mentale e il cinismo degli uomini di Conte (vittoria 2-1 in rimonta) adesso potrebbe consegnare i Blues alla storia (in caso arrivasse la 14esima vittoria di fila) o contribuire a rendere ancora più elettrizzante il campionato più bello del mondo.

PREMIER LEAGUE - I GOL

Tutti i siti Sky