30 gennaio 2017

Rossi o blu: Conte si gioca una fetta di Premier

print-icon
liv

Rossi contro Blu: lo spettacolo di Liverpool-Chelsea è servito (Foto Getty)

Nel giro di 5 giorni due scontri cruciali per il Chelsea. Prima il Liverpool di Klopp (diretta ore 21.00 su Sky Sport 1), poi l'Arsenal. Per i Reds, reduci dall'inaspettato ko con lo Swansea e dall'eliminazione in FA Cup, è l'ultima chiamata. Mercoledì lo United contro l'Hull City, la nuova squadra di Ranocchia

Cinque giorni decisivi, per Antonio Conte e per chi insegue il suo Chelsea. Capita spesso di dirlo, questa volta ci troviamo davvero di fronte a un possibile crocevia del campionato inglese. Due giornate ravvicinate, due partite di alta classifica con il Chelsea chiamato a respingere gli attacchi di Liverpool prima e Arsenal poi. Due i possibili scenari. Il primo: il Chelsea perde punti e in vetta si innalza il tasso di indecisione. Il secondo: Conte le vince entrambe e va seriamente in fuga.

Partiamo dal turno infrasettimanale che si sviluppa sulle due serate di martedì e mercoledì. Liverpool-Chelsea (martedì ore 21, diretta su Sky Sport 1 HD) è il big-match: Rossi contro Blu, quarta contro prima in classifica, 10 punti di distacco. Che sarebbero stati 7 se la squadra di Klopp non avesse gettato al vento una vittoria sulla carta facile nell’ultimo turno contro lo Swansea, 2-3 ad Anfield che ha aperto una mini-crisi in casa Reds. Dopo quella sconfitta, datata 21 gennaio, ne sono arrivate infatti altre due in una settimana, sempre casalinghe, in Coppa di lega (0-1 contro il Southampton) e in FA Cup (1-2 contro i Wolves). Decisamente migliore il periodo del Chelsea, che si è lasciato alle spalle la “crisetta” di inizio gennaio, con la sconfitta contro il Tottenham che ha macchiato la striscia di vittorie e il mal di schiena di Diego Costa che rischiava di rovinare l’armonia dello spogliatoio. Dopo il ko con gli Spurs, 4 vittorie in fila (due in campionato e due in FA Cup), con 13 gol fatti e uno solo preso. Conte è tornato alle vecchie abitudini.

Particolarmente interessato al risultato di Liverpool-Chelsea sarà l’Arsenal secondo in classifica (a -8), in campo quasi contemporaneamente (martedì ore 20.45) contro il Watford di Mazzarri e avversario nel prossimo turno (sabato) proprio del Chelsea. Ora capite perché Conte si gioca una fettona di titolo nei prossimi 5 giorni?

Sperano di accorciare la classifica in vetta anche il Tottenham (terzo), ospite del Sunderland ultimo in classifica, e un Manchester City senza più ambizioni di titolo (parole di Guardiola) che affronta il West Ham (mercoledì ore 20.45, diretta su Sky Sport 3 HD). Problemi diversi per Ranieri: il suo Leicester continua a guardarsi alle spalle con preoccupazione e va a Burnley, dove trova una squadra che ha fatto penare l’Arsenal (vittorioso al 98°!); per lo Swansea c’è il Southampton, club che ora inizieremo a seguire con maggiore interesse, visto il fresco approdo di Gabbiadini.

A proposito di nuovi italiani in Premier: Ranocchia arriva giusto in tempo per vedere i suoi nuovi compagni dell’Hull City impegnati a Old Trafford  contro il Manchester United, per una “rivincita” della semifinale di League Cup appena disputata. In finale ci sono andati i Red Devils grazie al 2-0 dell’andata, ma il 2-1 con cui l’Hull ha quasi ribaltato il risultato cinque giorni fa ha fatto venire qualche capello bianco in più a Mourinho. Che risolve il problema con un bel taglio corto

PREMIER LEAGUE - I GOL

Tutti i siti Sky