Caricamento in corso...
05 febbraio 2017

Mourinho inguaia Ranieri. Jesus salva il City

print-icon
cla

Quarta sconfitta consecutiva per la squadra di Ranieri. Ora la zona retrocessione dista solamente un punto (Getty)

Una doppietta del brasiliano regala alla squadra di Guardiola un successo quasi insperato, dopo il momentaneo pareggio di Sigurdsson all’81’. Tris del Manchester United al Leicester di Ranieri: a segno Mkhitaryan, Ibra e Mata

MANCHESTER CITY-SWANSEA 2-1
11', 93' Gabriel Jesus (M), 81' Sigurdsson (S)

Il tabellino

Seconda vittoria consecutiva per il Manchester City, che dopo il roboante successo per 4-0 in casa del West Ham, supera non senza qualche difficoltà anche lo Swansea, che rimane appaiato al quart’ultimo posto. La squadra di Guardiola si porta così al terzo posto in classifica, a -1 dal Tottenham e scavalcando in un colpo solo Arsenal e Liverpool, sconfitte nella giornata di sabato rispettivamente da Chelsea e Hull City.

Doppio Gabriel Jesus – Terza presenza in assoluto per il brasiliano in Premier League, che ormai ha già conquistato il cuore dei propri tifosi. L’attaccante ex Palmeiras è già andato a segno 3 volte. Dopo il gol nella scorsa giornata al West Ham, contro lo Swansea ha addirittura firmato una doppietta, importante a livello personale ma soprattutto perché regala 3 punti fondamentali in ottica Champions alla sua squadra. L'attaccante numero 33 dei Citizens è andato a segno all'11' e al 92', dopo il momentaneo pareggio di Sigurdsson all'81' che ha fatto calare il gelo all'Etihad.

LEICESTER-MANCHESTER UNITED 0-3
42' Mkhitaryan, 44' Ibrahimovic, 49' Mata

Il tabellino

Dopo 3 pareggi consecutivi, i Red Devils tornano al successo sul campo del Leicester. La squadra di Josè Mourinho rientra prepotentemente in zona Europa, con il piazzamento Champions distante solo 2 punti e occupato dall’Arsenal di Wenger. Dall’altra parte la squadra di Ranieri colleziona la quarta sconfitta consecutiva e la quinta partita senza segnare nemmeno un gol. Ora ha solo un punto in più rispetto alla zona retrocessione.

Crisi Leicester – Chi avrebbe mai pensato a una posizione di classifica così dopo 24 giornate per i campioni in carica, guidati in panchina da Claudio Ranieri? Le Foxes, nelle ultime 9 partite, hanno conquistato una vittoria, un pareggio e sette sconfitte, una media da retrocessione. L’incubo non si è ancora materializzato, certo, mancano ancora 14 giornate e c’è ancora il tempo per uscire dalle zone calde della classifica. Sono 21 i punti attualmente del Leicester, a +1 dall'Hull City e +2 dalla coppia Crystal Palace-Sunderland. Serve però un cambio di marcia, serve ritrovare Jamie Vardy (solo 5 i gol segnati in questo campionato) e consapevolezza nei propri mezzi. Dopo aver vinto il titolo lo scorso anno contro ogni pronostico, nulla deve sembrare impossibile a questa squadra.

Uno-due micidiale – La partita prende una piega ben definita tra il 42’ e il 44’, quando prima Mikitarian e poi Ibrahimovic portano lo United sul 2-0. Per lo svedese si tratta del 15esimo gol in Premier League, aggancia Sanchez e Diego Costa e si porta a una sola rete dal capocannoniere del campionato Lukaku. Ibra continua stupire e a far ricredere tutti quelli che lo consideravano un giocatore finito e non adatto al calcio inglese: infatti a 35 anni è il giocatore più vecchio a raggiungere quota 15 reti in Premier.

Juan Mata le Foxes – La ciliegina sulla torta arriva all’inizio della seconda frazione di gioco, quando lo spagnolo chiude i conti dopo una splendida azione confezionata in collaborazione con Mkhitaryan.

PREMIER LEAGUE - I GOL

Tutti i siti Sky