Caricamento in corso...
08 maggio 2017

Premier League, Chelsea-Middlesbrough 3-0: gol e highlights

print-icon

Nel Monday Night i Blues schiacciano il Middlesbrough condannandolo alla retrocessione. Per Antonio Conte si tratta di un successo fondamentale: vincendo anche venerdì sera contro il WBA, infatti, il Chelsea sarebbe aritmeticamente campione

CHELSEA-MIDDLESBROUGH 3-0

23' Diego Costa, 34' Alonso, 65' Matic


Dopo il regalo del West Ham (1-0 al Tottenham nell'anticipo di venerdì) Conte non poteva sprecare il mini-match point in questo Monday Night che apre quella che potrebbe essere la settimana del titolo. A Stamford Bridge il Chelsea domina la gara contro un Middlesbrough rassegnato fin dall'inizio, un Boro che non costruisce nulla e incassa, curiosamente, tre gol simili: Diego Costa, Alonso e Matic, infatti, superano il portiere Brad Guzan facendogli passare la palla tra le gambe.


Partita sbloccata dal centravanti spagnolo, al suo 20° centro in questa Premier (21^ rete in stagione per lui). Undici minuti più tardi, quando il cronometro segna il 34', l'ex terzino viola Marcos Alonso trova lo spiraglio giusto (sempre quello, tra le gambe di Guzan) segnando il suo sesto gol in campionato. Nella ripresa arriva la prima volta di Matic, pescato benissimo da Fabregas: anche in questo caso, palla tra le gambe del portiere americano e tris. 

Conte può festeggiare venerdì

Il successo meritato del Chelsea davanti al proprio pubblico riporta i Blues a +7 dagli Spurs. Il Tottenham, al pari della squadra di Conte, deve recuperare una gara, quindi i punti ancora in gioco sono 9. Questo significa che il match in programma venerdì sera, l'anticipo della 37^ giornata tra WBA e Chelsea, potrebbe già sancire la vittoria del campionato da parte della squadra di Conte. Vincendo venerdì sera il Chelsea allungherebbe a 10 il distacco sul Tottenham, impossibilitato a quel punto di raggiungere la capolista, con solo 3 partite a disposizione.

Meraviglioso tributo a John Terry

Nel finale di gara, a 6' dal 90°, Antonio Conte ha mandato in campo John Terry, inneggiato dal pubblico di Stamford Bridge che gli aveva riservato un trattamento speciale, con tanto di striscione "JT CAPTAIN, LEADER, LEGEND". Una storia tanto simile quanto diversa da quella inscenata a San Siro nel corso di Milan-Roma, con Spalletti che non se l'è sentita di far entrare Totti ("tutte le volte che l'ho fatto entrare 5 minuti sono stato offeso", dirà nel post-gara).
Antonio Conte ha gestito diversamente la situazione, John Terry è entrato in campo tra gli applausi e si è preso la fascia da capitano, che gli ha consegnato Gary Cahill.

Middlesbrough retrocesso

Il ko di Stamford Bridge condanna il Middlesbrough a una retrocessione anticipata di due giornate. Fermi a 28 punti in classifica, gli uomini di Steve Agnew non possono più raggiungere lo Swansea, quartultimo, che è a quota 35. I gallesi non si possono comunque considerare salvi perché l'Hull City occupa la terzultima piazza con 34 punti.

PREMIER LEAGUE - I GOL

Tutti i siti Sky