10 settembre 2017

Crystal Palace, De Boer perde ancora e rischia un altro esonero

print-icon

Quarta sconfitta consecutiva per il Crystal Palace, che cade anche nella trasferta di Burnley. L'allenatore olandese rischia un altro esonero dopo la sfortunata avventura con l'Inter

Il Crystal Palace fa la storia della Premier League, ma nel modo sbagliato. Quattro sconfitte nelle prime quattro giornate, senza segnare neanche un gol. Un'impresa che non era ancora riuscita a nessuno. Nella trasferta contro il Burnley la squadra di Frank de Boer non ha giocato male, ma ha regalato un gol agli avversari con un errore difensivo incredibile e non è riuscita a segnare nonostante le palle gol create. La più clamorosa occasione per pareggiare il match l'ha avuta Scott Dann al minuto 89: il colpo di testa del difensore inglese però è finito sul fondo e ha sancito la vittoria del Burnley. La panchina di De Boer era in pericolo già dopo la terza giornata e questa sfida era decisiva per dare una sterzata a una stagione iniziata nel peggior modo possbile.

L'errore iniziale condanna il Palace

Dopo le dichiarazioni prepartita di de Boer, che si era lamentato di aver potuto vedere la squadra all'opera solo in quattro partite prima dell'inizio del campionato, il Crystal Palace ha iniziato con il piede sbagliato la partita allo stadio Turf Moor di Burnley, passando subito in svantaggio. Dopo tre minuti lo sciagurato retropassaggio del sudcoreano Lee Chung-Yong verso il portiere Hennessey ha fornito all'attaccante del Burnley Chris Wood l'occasione giusta per esordire davanti al suo pubblico con un gol. Dopo l'inizio shock, il Palace ha reagito, tirando verso la porta avversaria ben 23 volte, senza però riuscire a rispondere al vantaggio del Burnley. Le prossime sfide contro Southampton, Manchester City, United e Chelsea sembrano ostacoli proibitivi per la squadra di De Boer. Il Crystal Palace non iniziava così male un campionato dal 1925, e forse la proprietà che ha fatto firmare un triennale al tecnico olandese si è già pentita della scelta fatta in estate. Al termine del match De Boer ha dichiarato di non essere preoccupato: "Esonero? Non lo so, in questo momento sono concentrato sulla prossima partita contro il Southampton, è l'unica cosa che posso fare. Non mi interessa cosa pensa la gente, io devo fare delle scelte, lo farò fino a quando sarò l'allenatore del Crystal Palace. Ultimatum? No, ho un buon rapporto con il presidente, con la società. Certo siamo critici con noi stessi. Quando ho firmato avevo un opinione, so che c'è un progetto serio, sappiamo da dove arriviamo e cosa fare per raggiungere i nostri obiettivi. Sono convinto che alla fine ce la faremo".

Tutti i gol della Premier

I PIU' VISTI DI OGGI