16 settembre 2017

Morata esalta Conte: "Mi sembra di conoscerlo da sempre"

print-icon
Get

Alvaro Morata, attaccante Chelsea - Foto: GettyImages

L’attaccante spagnolo ha rilasciato un'intervista al Daily Mail spendendo parole d'elogio per il suo allenatore. "Mi voleva alla Juventus ma poi è andato via. Ci ho parlato diverse volte, non solo quest’estate. Ho voluto sempre giocare per lui"

PREMIER LEAGUE, RISULTATI E CLASSIFICA

Questione di feeling, un amore sbocciato nel 2014, quando Antonio Conte era ancora l’allenatore della Juventus e confidava di portarlo a Torino. I primi contatti con Alvaro Morata risalgono proprio a quel periodo lì. Poi l’allenatore salentino ha rassegnato le dimissioni il primo giorno di ritiro e 48 ore dopo l'attaccante spagnolo è approdato alla corte di Max Allegri. A distanza di tre anni, è arrivato il momento di lavorare insieme. L’impatto del bomber spagnolo sulla Premier è stato devastante: tre gol nelle prime quattro giornate. Intervistato dal "Daily Mail" ha speso parole importanti per l’allenatore italiano.

"Ho parlato con Conte diverse volte e non solo quest’estate. Mi sono sentito in debito con lui. Mi ha voluto alla Juventus, ma poi è andato via e ha allenato la Nazionale italiana. Ho voluto sempre giocare per lui e dopo solo due mesi mi sembra si conoscerlo da sempre". Intanto, Morata ha vinto un'altra Champions contro la sua Juve, ma l’impiego "part-time" di Zidane ha spinto l’attaccante ad una lunga riflessione nella stagione del mondiale in Russia. Un motivo in più per scegliere Londra e il Chelsea di Conte. "Quando ho parlato con Conte la scorsa estate, ho detto, se lascio il Real Madrid sarà solo per il Chelsea. Zidane voleva che rimanessi, ero felice a Madrid. Ma non potevo restare per fare la panchina. Più si gioca e più si fanno gol, più possibilità hai di giocare la Coppa del Mondo ed essere titolare".

I PIU' VISTI DI OGGI