16 settembre 2017

Premier League: valanga City, pari Liverpool e Tottenham. Highlights

print-icon

Implacabile il Manchester City di Guardiola: 6-0 sul campo del Watford e primato in attesa del match dello United. Il Liverpool non va oltre l'1-1 in casa contro il Burnley. Il Tottenham non riesce ancora a spezzare la maledizione di Wembley. Terza vittoria consecutiva per il Newcastle

CLICCA QUI PER I RISULTATI E LA CLASSIFICA DELLA PREMIER

Il City è sempre più forte e bello. Gli uomini di Guardiola continuano il loro impressionante stato di forma dimostrato nelle ultime partite e vincono 5-0 sul campo del Watford. Perde ancora terreno il Liverpool, fermato in casa dall'ottimo Burnley, una delle sorprese di questo campionato. Terzo successo consecutivo per il Newcastle di Benitez che si impone per 2-1 a St.James's Park contro lo Stoke City. Pareggi tra Huddersfield-Leicester e West Bromwich-West Ham. La quinta giornata si era aperta con il lunch match con la vittoria esterna del Southampton, che a Selhurst Park ha superato un Crystal Palace sempre più in crisi. Nonostante l’arrivo in panchina di Roy Hogdson al posto dell’esonerato Frank De Boer, il Palace non è riuscito a invertire la brutta tendenza di questo inizio campionato ed è uscito sconfitto 1-0. Per la quinta volta in altrettante partite il club di Londra non è riuscito a trovare la rete e ha suito la terza sconfitta casalinga, arrivata grazie al gol per i Saints di Steven Davis. In attesa dei big match di domenica Chelsea-Arsenal e Manchester United-Everton, nel pomeriggio il Tottenham viene fermato in casa anche dallo Swansea.

TOTTENHAM-SWANSEA 0-0

Il Tottenham non riesce ancora a spezzare la maledizione Wembley.  Nello stadio in cui sono “parcheggiati” per un anno – in attesa del completamento dei lavori del nuovo impianto -  in questa Premier League non sono ancora riusciti a vincere. E non ci riescono nemmeno alla quinta giornata, contro i gallesi dello Swansea. Dopo un primo tempo dai ritmi bassi, merito di una formazione avversaria molto ordinata che riesce a limitare gli Spurs a tentativi dalla distanza, a inizio ripresa l’intensità della squadra della capitale sale. Prima recrimina per un tocco in area di Olsson col braccio, poi sfiora il vantaggio con un destro ravvicinato di Kane che si stampa sulla traversa. Al 65’ è ancora Kane a rendersi pericoloso, ma questa volta Fabianski, con una gran parata, salva il colpo di testa su calcio d’angolo dell’attaccante della Nazionale inglese. Ma l’impeto degli attacchi del Tottenham si spegne subito dopo: lo Swansea arretra ulteriormente il baricentro e gli Spurs tornano ad accumulare passaggi su passaggi senza riuscire a penetrare in area. Il pareggio regala un punto a entrambe le squadre: prezioso per i gallesi, deludente per la squadra di Pochettino, già a -5 dalla vetta.

WATFORD-MANCHESTER CITY 0-6

28', 31', 81' Aguero (M), 37' Gabriel Jesus (M), 63' Otamendi (M), 89' rig. Sterling (M)

La trasferta a Londra contro il Watford di Marco Silva non era un incontro da sottovalutare per il Manchester City. Lo stesso Guardiola aveva parlato di “una prova di maturità da superare” e l'esame è stato passato a pieni voti. Il City è uscito indenne da un campo difficile come quello di Vicarage Road battendo il Watford 6-0 e conservando la sua imbattibilità. Lì davanti la squadra di Guardiola fa paura. Pochi club, forse il Real Madrid e il Barcellona - ora anche il Psg con Neymar - possono vantare una qualità in attacco come quella della squadra dell'allenatore catalano. De Bruyne, Aguero, Gabriel Jesus David Silva e Sterling sono in grado di mettere in crisi qualunque tipo di difesa e sono stati capaci di produrre 11 gol e ben 13 assist in 5 partite. La gara si chiude già nel primo tempo grazie alla doppietta di Aguero al 26’ e al 30’. L’attaccante argentino è partito molto forte quest’anno: ha già segnato sei gol in cinque partite e ha superato Lukaku al comando della classifica marcatori. A chiudere definitivamente l’incontro arriva, a fine primo tempo, anche la rete di Gabriel Jesus su assist di David Silva. Nella ripresa il City allarga il risultato con il gol di Otamendi, la terza rete di Aguero e il rigore di Sterling nel finale. Il Watford pur avendo qualcosa da recriminare – gol in fuorigioco di Gabriel Jesus e rigore non assegnato per un fallo di Walker su Chalobah – non può lamentarsi della sconfitta, la prima in stagione. La squadra di Marco Silva è ancora all’8° posto in classifica, con due vittorie, due pareggi e una sola sconfitta, mentre il Manchester City si porta in testa al campionato in solitaria, in attesa dello match dello United contro l'Everton.

LIVERPOOL-BURNLEY 1-1

27' Arfield (B), 30' Salah (L)

Delude - e non poco - il Liverpool di Klopp: ad Anfield contro il Burnley i Reds non vanno oltre l'1-1 e la vetta della Premier si allontana di 5 punti. Gli ospiti, ordinati e compati come al solito, sorprendono la difesa del Liverpool con Arfield, che porta in vantaggio i suoi al 27' su assist di Brady. Dura solo 3 minuti il vantaggio del Burnley: al 30' Salah pareggia i conti con un diagonale di sinistro su assist di Can. Il Liverpool domina (35 tiri a 5), ma non riesce a trovare il gol vittoria e perde terreno dalle migliori della Premier. I Reds sono a 8 punti come il Burnley.

NEWCASTLE-STOKE CITY 2-1

19' Atsu (N), 57' Shaqiri (S), 68' Lascelles (N)

Vince e convince il Newcastle, arrivato a 9 punti in classifica con la terza vittoria consecutiva. Dopo i successi con il West Ham in casa e sul campo dello Swansea, i Magpies superano per 2-1 lo Stoke City: Atsu trova il vantaggio nel primo tempo, Shaqiri pareggia in avvio di secondo tempo e Lascelles firma la rete della vittoria al 68' con il suo secondo gol consecutivo.

HUDDERSFIELD-LEICESTER 1-1

46' Depoitre (H), 50' rig. Vardy (L)

Succede tutto in 4 minuti al John Smith's Stadium. Dopo un primo tempo equlibrato, la partita si sblocca in avvio di ripresa. L'attaccante dell'Huddersfield Laurent Depoitre trova la prima rete con la maglia dei Terriers al 46' con un bel diagonale di destro. 4 minuti più tardi al 50' ci pensa Vardy su rigore a trovare il gol del definitivo 1-1.

WEST BROMWICH-WEST HAM 0-0

Poche emozioni e tanti sbadigli al The Hawthorns, dove West Bromwich Albion e West Ham si annullano e non vanno oltre lo 0-0.

CRYSTAL PALACE-SOUTHAMPTON 0-1

6' Davis (S)

Al Selhurst Park il nuovo Palace di Hogdson riparte in cerca dei primi punti in campionato, necessari per non prendere distanza dal treno salvezza. L’allenatore inglese sceglie un undici più coperto rispetto a De Boer, ma per i padroni di casa l’avvio è choc: al 6’ i Saints trovano il vantaggio con Steven Davis che, alla 200esima presenza con il Southtampton, porta in vantaggio i suoi su azione di Tadic dalla destra. Il Crystal Palace prova a regire affidandosi a Loftus-Cheek - scelto da Hodgson nel nuovo centrocampo -, che si prende sulle spalle la squadra e va vicino alla rete con due belle azioni personali nella fase centrale del primo tempo. In avvio di ripresa il Palace reagisce e al 49’ va vicino al pareggio: ancora una volta tra i protagonisti c’è Ruben Loftus-Ckeek, che si libera sulla destra e serve in mezzo un pallone interessante, ma né Cabaye né Benteke riescono a superare un ottimo Forster. Il Southampton, forte del vantaggio, sfrutta le ripartenze e si rende pericoloso con Long e Redmond, ma la partita si decide soprattutto a centrocampo dove la superiorità del Soton è netta. Il Palace infatti non riesce a produrre occasioni pericolose nel finale e il triplice fischio dell’arbitro sancisce la quinta sconfitta consecutiva del Palace, sempre più in crisi.

I PIU' VISTI DI OGGI