17 settembre 2017

Coutinho: "Volevo il Barça ma ora penso al Liverpool"

print-icon
cou

Il brasiliano, corteggiato a lungo dai catalani dopo la cessione di Neymar al Psg, commenta per la prima volta la vicenda: "Ero interessato alla loro offerta, ma ho accettato di rispettare la volontà del Liverpool. Volevano tenermi e darò il massimo qui"

Philippe Coutinho, schierato titolare per la prima volta da Klopp nella quinta giornata di Premier League, commenta per la prima volta la telenovela di mercato che lo ha visto protagonista nel corso di quest’estate.

Il brasiliano, corteggiato dal Barça dopo la cessione dei catalani di Neymar al Psg, è apparso fuori condizione nei 78’ che lo hanno visto in campo nel match contro il Burnley, pareggiato 1-1 grazie a una rete di Salah che ha evitato ai Reds la sconfitta. Coutinho ha ammesso con sincerità che gli sarebbe piaciuto giocare al Camp Nou, ma ha accettato la scelta del Liverpool di non lasciarlo partire, aggiungendo che darà il massimo in questa stagione ad Anfield: “Ciò che è successo è che c’è stata un’offerta di lavoro e, come succede nella vita, a volte la si prende in considerazione e in altri casi no. A me e alla mia famiglia, come è noto, questa offerta interessava”.


L’ex interista si è sentito lusingato dalla convinzione con cui il Barça ha cercato di assicurarsi le sue prestazioni, presentando quattro offerte: “Come ho sempre detto, è un grande onore ricevere un’offerta di un club così grande”. Tuttavia, ha voltato pagina e adesso è concentrato sull’avventura che continua con i Reds, giunta al sesto anno per il brasiliano. “E’ stato un mese complicato per me, ma adesso è tutto passato e voglio concentrarmi per fare un buon anno e aiutare la mia squadra, pensare al Liverpool e alla Nazionale. E’ un onore essere qui, il Liverpool è una grande società che ho sempre rispettato, così come i tifosi, compagni e dirigenti. Ora sto qui e darò tutto, come sempre”.


Parole sincere, rese ancor più credibili dal fatto che la sua partecipazione in Champions League nella prima giornata dei gironi, contro il Siviglia, gli impedirebbe di poter giocare la stessa competizione con un’altra maglia. Il suo passaggio al Barça nel mercato di gennaio sembra dunque scongiurato, ma in futuro la Catalogna sembra destinata ad accoglierlo.
 

I PIU' VISTI DI OGGI