22 settembre 2017

Diego Costa saluta il Chelsea: "Tradito da Conte? Non è vero niente"

print-icon
Diego Costa e Antonio Conte

Diego Costa e Antonio Conte, rapporto difficile tra i due al Chelsea (fonte Getty)

L'attaccante saluta il Chelsea e va all'Atletico Madrid: "Sono felicissimo. Conte? Non è vero niente di quello che ho sentito in giro. Non sono sconvolto e neanche amareggiato per il comportamento di qualcuno"

Dopo un lungo braccio di ferro, Diego Costa è stato accontentato: tornerà all'Atletico Madrid. Il club spagnolo ha annunciato di aver trovato l'accordo con il Chelsea per il trasferimento del centravanti, che quindi da gennaio sarà a disposizione di Simeone. Affare da 60 milioni più 10 di bonus e volontà del calciatore assecondata. Diego Costa lascia quindi il Chelsea, dopo una stagione vissuta con Antonio Conte tra gol e screzi. Ben 20 reti in 35 partite nella scorsa stagione in Premier League, apporto decisivo in termini realizzativi per vincere il campionato. Tutto questo non è bastato, però. Il rapporto tra Diego Costa ed Antonio Conte non è decollato e, alla fine, si è arrivati all'inevitabile rottura. Con l'attaccante ritenuto comunque fuori dai piani tecnici dell'allenatore italiano. Fuori dalla lista Champions, inserito nella lista Premier ma mai utilizzato. Ora l'addio, ma senza alcun rancore. "Tradimento di Conte? Non è vero niente di quello che ho sentito in giro – ha detto lo stesso attaccante al momento della partenza per Madrid – Non sono sconvolto e neanche amareggiato per il comportamento di qualcuno. In questo momento va tutto bene. Il ritorno a Madrid? Bellissimo. Un messaggio ai tifosi del Chelsea? Tutti sanno quanto amo i tifosi".

Diego Costa-Atletico: amore ritrovato

Ed ora? L'attaccante è pronto a riprendersi l'Atletico Madrid, da gennaio sarà il nuovo terminale offensivo della squadra di Simeone. Si tratta, ovviamente, di un ritorno: dal 2010 al 2014 quattro anni tra gol e successi. Il primo in Supercoppa Europea contro l'Inter, seppur restando in panchina per tutta la partita. Poi l'esordio il Liga e i primi gol, il prestito al Rayo Vallecano ed il gran ritorno. Rivince la Supercoppa Europea contro il Cheslsea, anche in questo caso guardando dalla panchina la tripletta di Falcao. Nelle due stagioni successive Diego Costa si prende l'Atletico Madrid. Gol decisivo nel 2013 per la vittoria della decima Coppa del Re e, nel 2013/2014, ben 27 gol in campionato che permettono a Simeone di vincere la Liga. In una stagione che poteva diventare storica il 17 maggio 2014, giorno in cui il Real Madrid strappò ai supplementari la Champions League all'Atletico Madrid, con Diego Costa costretto ad uscire dopo appena otto minuti per un infortunio muscolare. Poi il passaggio al Chelsea e, il resto, è storia nota. Ora il ritorno e, dopo aver fatto sognare il Vicente Calderon, ora l'attaccante vorrà ripetersi anche nel nuovo Wanda Metropolitano. 

I PIU' VISTI DI OGGI