23 ottobre 2017

Premier, Giggs sulla panchina di Everton o Leicester?

print-icon
giggs_lapresse

Ryan Giggs (LaPresse)

L'ex centrocampista del Manchester United ha espresso il suo gradimento in caso di chiamata da parte di uno dei due club della attualmente ancora senza allenatore - dopo gli esoneri di Shakespeare e Koeman: "Hanno una grande storia e grandi aspettative"

Dopo il Leicester, anche l'Everton ha deciso di cambiare guida tecnica. Dopo un avvio di stagione non positivo, prima la società campione d'Inghilterra 2015/2016 poi quella di Liverpool hanno esonerato i rispettivi allenatori, Craig Shakespeare e Ronald Koeman. Fatale, per quest’ultimo, è stata la sconfitta per 2-5 in casa contro l'Arsenal nell'ultimo turno in Premier League; ora entrambe le squadre attendono di conoscere quale sarà il loro destino. Tutte e due le panchine infatti non sono ancora state affidate a nessun altro, ma dall'Inghilterra arriva forte una candidatura importante.

Ryan Giggs ha infatti confermato che sarebbe interessato a prendere in considerazione le proposte di Leicester ed Everton. L'ex centrocampista del Manchester United - co-comproprietario del Salford City, ha così aperto all'opportunità di tornare in panchina dopo aver abbandonato l'incarico di assistant manager al Manchester United con l'arrivo di José Mourinho. Come riporta Sky Sports, Giggs avrebbe espresso così il suo gradimento per un eventuale incarico sulle due panchine: "Penso che, considerando queste due società, con il Leicester capace di diventare campione d'Inghilterra due stagioni fa e l'Everton che è un club fantastico con una grande storia, per me sarebbe interessante provare una nuova avventura. Tuttavia ci sono molti allenatori che sarebbero interessati a quelle posizioni".

"Ho sempre detto di essere disponibile a parlare con club che condividono le mie stesse ambizioni. Intendo, nella mia carriera, migliorare la società e giocatori con cui posso lavorare, divertirmi con loro e aiutarli a godersi ogni partita. Ci sono alcune società della Premier League che sono ottimi posti in cui lavorare ma questo vale anche per altre della seconda serie o della League One. Molto dipende dalla filosofia del club, più che dalla sua grandezza". Infine, a chi gli ha chiesto se fosse sorpreso di vedere già due esoneri dopo così poche giornate dall'inizio della stagione, Giggs ha aggiunto: "Non sono sorpreso, ormai è normale cambiare i manager così velocemente. L'Everton ha speso un sacco di soldi e le aspettative dei proprietari, così come quelle del Leicester, sono superiori a quanto le squadre hanno mostrato finora".

I PIU' VISTI DI OGGI