10 ottobre 2008

Casiraghi: ''Con Israele sarà sfida aperta''

print-icon
cas

Balotelli potrebbe dare forfait per la gara d'andata delle qualificazioni agli Europei Under 21 in programma sabato, al suo posto scalpita Acquafresca. Il ct azzurro dovrà fare a meno anche di Rossi e Santacroce, convocati da Lippi

Super Mario Balotelli ha la febbre e potrebbe dare forfait domani nell'Under 21 che ad Ancona giocherà contro Israele la gara d'andata per le qualificazioni agli Europei, mentre il difensore Paolo De Ceglie si è procurato una distorsione alla caviglia destra durante l'allenamento, e quasi certamente non ci sarà. Il ct Casiraghi valuterà le condizioni di Balotelli e deciderà il da farsi, convinto comunque che "l'obiettivo qualificazione si deve centrare nei 180 minuti". Intanto metterà in campo "la migliore formazione" senza rimpiangere le assenze di Rossi e Santacroce convocati da Lippi.

"Sono uno dei pochi allenatori di formazioni giovanili - ha osservato - contenti che i propri giocatori vengano chiamati con le squadre maggiori. Sono felice per i ragazzi, lo hanno meritato e poi far emergere giovani è anche il ruolo di un commissario tecnico dell'Under 21". Assente per la prima volta in panchina anche Gianfranco Zola, con il quale Casiraghi ha scambiato reciproci in bocca al lupo. "Si occupava anche dei calci di punizione - ha scherzato Casiraghi - ora lo farò io".

Massima attenzione, secondo il ct, richiede il doppio confronto con Israele. "E' una squadra simile a noi - ha spiegato - con tanta qualità, giocatori validi davanti, ben organizzata, con tanta voglia di correre e mettersi in mostra". Il pronostico di Casiraghi è che sarà "un confronto aperto, 180 minuti difficili da gestire bene". Le condizioni fisiche del gruppo, ha rimarcato, "sono migliorate dopo il periodo post Olimpiadi, soprattutto per i giocatori che hanno più minuti nelle gambe. Questo è molto importante in vista del doppio confronto".

Casiraghi deve sciogliere l'unico dubbio in attacco: nel caso Balotelli non ce la facesse, lo schema 4-3-2-1 potrebbe completarsi davanti col tandem Osvaldo-Giovinco dietro ad Acquafresca. Sulle decisioni dell'allenatore peseranno i 13 diffidati (oltre all'assente Rossi, sono Dessena, Giovinco, Marchisio, Morosini, Motta, Osvaldo, Russotto, Andreolli, Balotelli, Cigarini, Criscito e De Ceglie).

Sul fronte offensivo potrebbe essere Acquafresca il terminale della manovra azzurra. Il giocatore ha recuperato da un infortunio e si sente pronto per la sfida con Israele. "Mi piacerebbe giocare con Balotelli. Durante le qualificazioni ho giocato e segnato - ha detto - spero di continuare così, poi le scelte spettano all'allenatore". L'Inter possiede il suo cartellino ma in nerazzurro non ha mai giocato. "Spero di segnare un gol contro l'Inter di Mourinho - ha concluso - e sogno di vestirne un giorno la maglia". L'arbitro dell'incontro sarà il portoghese Duarte Nuno Pereira Gomes.

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky