10 ottobre 2008

Mancini stressato da Mourinho, addio Milano

print-icon
man

Mancini potrebbe lasciare presto Milano per un ingaggio in Spagna o in Inghilterra

Insostenibile il confronto con il portoghese, l'ex tecnico dell'Inter sentirebbe la necessità di cambiare città e soprattutto, differentemente da quanto dichiarato, di trovare una nuova panchina. Inghilterra e Spagna in pole

La verità di Mancini non appare attraverso le sue parole. Quelle, al salone nautico di Genova tre giorni fa, avevano trasmesso una sensazione di tranquillità. "Si sta bene senza far niente", aveva detto. Non sta affatto bene, invece, stando alla citazione del suo avvocato, affidata al "Giornale". L'occasione è una querelle che riguarda solo le due parti in causa.

Ma ciò che si legge è di interesse pubblico. Come pubblici sono stati i successi ottenuti da Mancini con l'Inter. Viveva da trionfatore a Milano, ora, in questa città - si legge - è costretto a subire immediatamente il confronto con la nuova gestione dell'allenatore Mourinho. Tale insostenibile situazione determina l'impellente necessità per il signor Mancini di trasferirsi da Milano verso una destinazione ancora indefinita". Spagna o Inghilterra più probabilmente perché solo da lì possono arrivare offerte di lavoro adeguate dal punto di vista del prestigio e dello stipendio. Questo, perché, come ricorda il suo legale, trovando un altro incarico, "Mancini perde lo stipendio che continua a percepire dall'Inter". E se Milano, dove non avrebbe altri affetti al di fuori della sua famiglia, è ormai ostile, a Roma "ha concesso in locazione all'ambasciata di Colombia la propria abitazione per un periodo di 4 anni più 4", non prevedendo di tornarvi così presto.

Stress e difficoltà, allora. E tutto per il licenziamento dall'Inter che dagli avvocati viene attribuito alle intercettazioni pubblicate prima dell'ultima giornata dello scorso campionato anche dal Giornale, ma non solo, ricorda il quotidiano. Tali intercettazioni riportavano colloqui telefonici tra Mancini e il sarto Domenico Brescia, appena condannato a 8 anni di carcere per spaccio di droga.

Mancini da quella storia è risultato completamente estraneo. Ma per il clamore suscitato, non avrebbe "ricevuto offerte da club di rilevanza internazionale". Tutti motivi di stress. Non inganni l'apparenza.

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky